Sul grande successo (inatteso) di Deadpool, la 20th Century Fox ha deciso di puntare forte sulla realizzazione di cinecomics vietati ai minori, ovvero con l’utilizzo dell’oramai termine sulla bocca di tutti Rating R; la stessa tecnica potebbe quindi essere utilizzata anche i “cugini” della Disney con il proprio Marvel Cinematic Universe?

Secondo il CEO Disney, Bob Iger, NO! Al momento non esiste alcun piano legato alla realizzazione di cinecomics vietati ai minori, l’obiettivo quindi rimane immutato, continuare a puntare sul più classico PG-13 che tanto bene sta facendo in questi ultimi anni.

Tra pochi mesi nelle sale arriverà Captain America: Civil War successivamente sarà la volta di Doctor Strange (in novembre), poi dritti fino al 2019 con l’ultimo cinecomic in programma, ossia Inhumans, tutti i progetti saranno rigorosamente programmati col PG-13, dopo forse potrebbe cambiare qualcosa, ma per il momento nessun cambiamento.

Secondo voi è giusta la politica della Disney?

Fonte: MovieWeb