batman film
Cinecomics DC Comics Film Saghe

Joel Schumacher si scusa nuovamente per Batman & Robin


Lo aveva fatto tempo fa, lo ha fatto anche adesso. Il regista Joel Schumacher si è scusato ancora una volta per lo scempio compiuto con il film Batman & Robin (uscito nel 1997) e interpretato da George Clooney e Chris O’Donnell.

I fan dell’uomo pipistrello non hanno mai perdonato il regista per l’imbarazzante cinefumetto, ma Schumacher – che diresse due anni prima l’altrettanto sciocco Batman Forever con Val Kilmer – ha tenuto a scusarsi pubblicamente per cercare un perdono che difficilmente otterrà:

“Mi dispiace. Voglio scusarmi con tutti i fan delusi perché credo di doverglielo.”

Il regista ha inoltre aggiunto:

“Sono un adulto e mi prendo la piena responsabilità. Mi dispiace moltissimo per i miei collaboratori. […] Tutti hanno lavorato duramente per molte ore e il loro lavoro non ha avuto il giusto riconoscimento”.

Ciò che all’epoca attirò le ire dei fan (ma non solo), oltre al pessimo lavoro di regia, recitazione – Uma Thurman a parte – e sceneggiatura (a firma di Akiva Goldsman) furono gli orridi capezzoli che emergevano dalle tute degli attori. Schumacher è tornato anche su questo argomento spiegando il tutto:

“La tuta è stata realizzata da Jose Fernandez, il nostro brillante capo scultore. Se guardate Batman e Batman – il ritorno, è stato il genio di Bob Ringwood a ideare quelle tute, così quando siamo arrivati a girare Batman Forever, la gomma e le tecniche erano diventate davvero sofisticate. Se pensate alla prima volta in cui Michael Keaton appare con la sua prima tuta, noterete quanto sia larga. […] Al tempo di Batman Forever la gomma e gli altri materiali sono diventati più sofisticati così mi sono detto ‘rendiamo la tuta più anatomica’ e ho usato le foto delle statue greche con i loro incredibili dettagli anatomici. Jose Fernandez ha inserito i capezzoli e quando li ho visti ho pensato ‘fantastico’.”

Due film sbagliati su un unico personaggio: il lavoro fatto da Tim Burton negli anni precedenti rischiava di essere perduto per sempre, ma poi nel 2005 le redini le prese Christopher Nolan, regista di calibro totalmente diverso rispetto a Joel Schumacher.

Lascia un Commento...