La morte della fidanzata Cathriona White ha sconvolto la vita dell’attore Jim Carrey, ma quest’ultimo ha commentato il rilascio di dettagli e informazioni sulla morte della ragazza come una violazione della privacy.

La relazione dell’autopsia effettuata sul corpo della White dal coroner della contea di Los Angeles, che ha confermato l’ipotesi di suicidio, è stata infatti pubblicata martedì e Carrey ha criticato il rilascio di dati personali; nel rapporto, l’ufficio del coroner ha fornito dettagli circa la lettera che la White aveva indirizzato a Carrey che è stato trovato nella casa della fidanzata al momento della sua morte.

Ecco di seguito la dichiarazione rilasciata dall’attore:

“Quando sono arrivato a Hollywood per renderlo più comico, ho imparato presto che i dettagli della mia vita privata sarebbero stati distribuiti ai media come buoni gratuiti per la cena. Non avrei mai immaginato che le persone che amo di più al mondo potessero essere anche sul menu.”

La White è stata trovata morta nella sua casa di Los Angeles il 28 settembre 2015 all’età di 30 anni. La causa della morte è stata causata da un abuso di farmaci, un mix di antidolorifici, beta-bloccanti e sonniferi. Secondo il rapporto del medico legale, nella lettera che la donna ha indirizzato a Carrey vi era la richiesta di vendere il proprio patrimonio e di dare il denaro alla famiglia, con l’aggiunta di alcuni dettagli per la propria sepoltura. Il loro rapporto è durato tre anni, dal 2012 al 2015.

Fonte: ETonline