Nella stupenda cornice del The Church Palace si è svolta il 29 novembre scorso la premiazione della sesta edizione di Roma Web Fest, e noi di Universal Movies eravamo presenti in qualità di Media Partner.

Tanti i protagonisti della serata: da Antonio Giuliani ad Andrea Roncato, ma anche Federico Moccia, giudice dalla manifestazione assieme ad una divertita Elena Sofia Ricci, che, come conclusione del suo intervento, ha strizzato l’occhio a questo nuovo modo di fare cinema, proponendo la sua candidatura per i futuri progetti.

Fra i VIP presenti, spiccavano l’ex Miss Italia Denny Méndez, Ludovico Fremont e l’ex politico - ed ora conduttore su NOVE - Antonio Razzi (in fondo al nostro articolo il suo pensiero sul successo raccolto quest'anno da Roma Web Fest).

Durante la serata abbiamo avuto modo di intervistarne alcuni protagonisti della kermesse, e tra questi il regista Kassim Yassin Saleh che ci ha parlato del suo Idris. Abbiamo conosciuto i suoi giovani protagonisti, come potete vedere nella nostra video-intervista in fondo al post. A fine serata ci ha poi ringraziato per avergli portato fortuna dopo aver ottenuto un premio.

Marco Gambino ed Anna Elena Pepe ci hanno raccontato le avventure e disavventure di due italiani particolari, Totò e Daiana, emigrati a Londra con un rapporto di amore e odio con il Regno Unito. Anche in questo caso abbiamo l'intervista in fondo al post.

In pieno stile Web Fest, e nel ricordo di Michael Ajakwe - ideatore del primo Web Fest, quello di Los Angeles - la direttrice ed ideatrice Janet de Nardis, insieme a Silvia Salemi, hanno dato vita ad una serata di premiazioni giovanile e spumeggiante. Tanti i premi simbolici, ed in denaro che la manifestazione ha distribuito. Mattatore della serata è stato Trip Hope che ha collezionato ben sei premi, ottenuti sia con SAVANT: KALI 47, che con The League of S.T.E.A.M.

Bene anche gli italiani, ottimo il risultato di Artisti Anonimi con 3 premi, e EYES regia d’esordio per Maria Laura Moraci che raggiunge il ventesimo premio per la sua opera proprio nella manifestazione romana.

Maria Laura Moraci e le attrici del cast di Eyes ci hanno poi parlato del film e della difficoltà incontrata nel recitare ad occhi chiusi, particolarità di Eyes. Nel film, infatti, la maggior parte degli attori ha gli occhi disegnati sulle palpebre, tenute abbassate anche durante le scene più complicate e movimentate. In fondo al nostro articolo troverete la video-intervista.


Questi poi gli altri premi assegnati

  • Migliore attrice italiana protagonista Giulia Penna (Involontario)
  • Migliore attore italiano protagonista Francesco Mazza (Estremi Rimedi)
  • Miglior regia La Festa Triste
  • Premio RAI Cinema Channel Artisti Anonimi
  • Miglior Web Series Italiana Involontario
  • Premio Roma Web Fest Vieux Jeu

La manifestazione, sempre più matura, è divenuta con il passare del tempo un punto di riferimento, internazionale, ed un’accattivante trampolino di lancio per i nuovi protagonisti delle Web Series, a supporto di ciò la presenza dei rappresentanti dei Web Fest di Berlino, Seoul, Lima, ed altri ancora.


Qui alcune delle dichiarazioni raccolte tra i presenti






Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.