La disavventura dei giovani calciatori thailandesi, bloccati nel sistema di caverne per ben tre settimane, diventerà un film prodotto dalla Pure Flix Entertainment. 

Michael Scott - CEO e Co-fondatore della casa di produzione di film a sfondo religioso - ha dichiarato all'Hollywood Reporter di aver seguito da vicino la vicenda, in quanto il volontario deceduto nel salvataggio era un amico di sua moglie, e di essere al lavoro per far si che diventi un film. Ecco le sue dichiarazioni:

“Il coraggio e l’eroismo che ho visto sono stati un’ispirazione, quindi sì, produrremo un film. Non sarà necessariamente un film a sfondo Cristiano, l’importante è che sia d’ispirazione. Non è solo un film, si tratta anche di rendere omaggio a tutti coloro che sono stati coinvolti, anche il soldato che è morto”

Inoltre, pare che Scott abbia parlato con alcuni famigliari dei ragazzi intrappolati nelle caverne e con alcuni dei 90 sommozzatori coinvolti nel salvataggio per far si di sviluppare una storia il più vicino possibile alla realtà.

La pellicola verrà co-prodotta da Adam Smith della Kaos Entertainment, con un budget dai 30 ai 60 milioni di dollari per farne un progetto a livello mondiale.