Nella splendida cornice de La Casa del Cinema di Villa Borghese, a Roma, è stato appena presentato in anteprima nazionale il docu-film Michelangelo - Infinito, pellicola dedicata alla vita e alle opere di Michelangelo Buonarroti, unanimemente riconosciuto come uno dei più grandi artisti nella storia dell'umanità.

Al termine della proiezione si è tenuta una conferenza stampa con i due attori Enrico Lo Verso e Ivano Marescotti, oltre al regista Emanuele Imbucci e ai responsabili di Sky Arte, produttore del film, che sarà in tutte le sale dal 27 settembre al 3 ottobre. In attesa della recensione, che troverete a brevissimo su Universal Movies, pubblichiamo gli estratti più significativi della conferenza stampa alla quale abbiamo preso parte. 

Enrico Lo Verso (Michelangelo Buonarroti): "avevo già partecipato ai film documentari di Sky Arte in passato, con piccoli ruoli. Quando mi hanno proposto di interpretare un personaggio come Michelangelo pensavo si trattasse di uno scherzo, ero terrorizzato. E' stato per me una grandissima sfida oltre che un onore portare sul grande schermo il genio e la passione di quest'uomo. Ce l'ho fatta solo grazie al fantastico team che ha lavorato a questo progetto". 

Ivano Marescotti (Giorgio Vasari): "Vasari è stato il primo critico d'arte della storia, un pensatore finissimo, nonché amico di Leonardo. Il mio compito è stato quello di trasmettere al pubblico lo stupore che Vasari provava nel raccontare la vita di Michelangelo. Questo film non è solo un invito ad andare a vedere le opere d'arte di Michelangelo, bensì è esso stesso una piccola opera d'arte". 

Emanuele Imbucci (regista): "Michelangelo-Infinito, è un prodotto fortemente innovativo. Si può dire che abbiamo inventato un genere, una sorta di docu-film dove però a parlare, a raccontare, non sono gli storici dell'arte o gli esperti, ma i protagonisti stessi, tramite gli attori. Li facciamo rinascere per farli parlare delle loro stesse opere. In questo modo esce fuori un qualcosa di molto più emotivo e coinvolgente, che sa emozionare il pubblico. Anche il set ha giocato una parte importante. Michelangelo infatti racconta le sue opere proprio dall'interno delle cave di Carrara e il blocco di marmo che scalpella, è un vero pezzo di marmo da valore commerciale di quasi un milione di euro".

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.