Guai in vista per Luc Besson. Il regista pluripremiato è infatti finito nel mirino del movimento #MeToo a causa di una denuncia alle autorità per un presunto abuso sessuale.

A denunciare il regista di film come Il Sesto Elemento ed il recente Valerian è stata un’attrice ventisettenne, al momento ancora dall’identità celata. Secondo le parole dell’attrice, pare che Luc Besson abbia abusato di lei lo scorso 10 maggio dopo averla drogata con una sostanza stupefacente. La donna ha raccontato che il regista, dopo l’atto sessuale, avrebbe lasciato una grossa somma di denaro in stanza prima di andare via, magari per comperare il suo silenzio. L’annosa vicenda sarebbe avvenuta all’interno di una camera del Bristol Hotel di Parigi.

Al momento il regista Luc Besson non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito, a parlare infatti è stato il suo legale – Thierry Marembert – commentando così la vicenda:

“Il signor Besson è rimasto sconvolto quando ha sentito le accuse a lui rivolte e ovviamente le nega con decisione.”

Ad onor di cronaca, va detto che in Francia il movimento #MeToo ha trovato alcune forti critiche da attrici di grandi spicco come Catherine Deneuve e Brigitte Bardot, le quali hanno con forza rivelato che molte giovani attrici si metterebbero di proposito in certe situazioni per ottenere ruoli cinematografici.

Rispondi