In questo nuovo speciale dedicato alla rubrica Il Mondo delle Serie Tv diamo spazio a Luke Cage, la serie tv co-prodotta da Netflix e Marvel Television dedicata al supereroe di Harlem interpretato da Mike Colter.

La serie tv Luke Cage nasce dal mega accordo raggiunto da Marvel Television ed il colosso dello streaming legale Netflix, accordo che ha dato alla luce successi di critica e pubblico come Daredevil (2 stagioni) e Jessica Jones, con Iron Fist, The Defenders, The Punisher, e darà luce ad una seconda stagione di Jessica Jones ed una terza di Daredevil.

Il personaggio di Luke Cage è stato brillantemente introdotto nell’universo televisivo Marvel/Netflix nella prima stagione di Jessica Jones, riuscendo a ritagliarsi uno spazio importante nel cuore dei fan Marvel, e proprio per questo ci si aspettava da questo personaggio una serie tv all’altezza delle aspettative del pubblico.
luke cage foto misty knight

Il lavoro dello showruner Cheo Hodari Coker sotto l’aspetto intrattenitivo non ha tradito le attese, il suo Luke Cage difatti, anche se non esente da grossolani momenti morti presenti nella sceneggiatura, prosegue l’ottimo trend mostrato dai colleghi riguardo Daredevil e Jessica Jones, regalando momenti di vero godimento intrattenitivo. Tralasciando l’aspetto estetico, ineccepibile, Luke Cage forse pecca nel modo in cui cerca di raccogliere consensi nella comunità afroamericana, troppi infatti i tentativi di politicarizzare una serie tv fantastica che avrebbe dovuto puntare maggiormente a consolidare lo straordinario impegno narrativo nel tessere un universo condiviso di tale peso quali quello Marvel/Netflix, attenzione non diciamo che inserire temi socio-culturali sia stata una mossa sbagliata, ma in certe occasioni forse avrebbe fatto piacere accogliere il tutto con una leggerezza maggiore.

Mike Colter non dispiace nei panni di Luke Cage, ma di certo non sembra avere lo stesso peso artistico di colleghi come Krysten Ritter, Jon Bernthal e Charlie Cox, rispettivamente impegnati con i personaggi di Jessica Jones, The Punisher e Daredevil. La sua interpretazione del superereo di Harlem sembra scolastica e poche volte carismatica, e questo è forse un limite per un attore moderno. Contrariamente a quanto si possa pensare vedendo la fisicità maschile di una serie tv come Luke Cage, è il girl power a dare spettacolo in positivo, le interpretazioni di Simone Missick (Misty Knight) e Rosario Dawson (Claire Temple) sono sontuose, accompagnando positivamente talvolta la mancanza di appeal del protagonista (Colter). Sui villain di turno bissiamo su Erik LaRay Harvey, non convince nel ruolo di Diamondback, promuoviamo a pieni voti invece Alfre Woodard e Mahershala Ali, viscerali e carismatici nei ruoli di Mariah Dillard e Cottonmouth.

In fin dei conti Luke Cage supera l’approdo in televisione, ops ci correggiamo sullo streaming di Netflix, ma di certo per la seconda stagione (oggi annunciata) ci aspettiamo che lo show installi una marcia in più!!!

Il Nostro Verdetto 7-

Il trailer italiano