Il giorno sbagliato recensione
Recensioni

Il Giorno Sbagliato: Recensione del thriller con Russell Crowe

Abbiamo assistito alla prima, in lingua originale, di Il Giorno Sbagliato, il nuovo thriller con Russel Crowe. Questa la nostra recensione.

Il protagonista di Il Giorno Sbagliato è un uomo (Russell Crowe) che, in preda ad un attacco d’odio, uccide la ex moglie ed il suo nuovo compagno. La mattina successiva, Rachel (Caren Pistorius) è in ritardo nell’accompagnare il figlio Kyle (Gabriel Bateman) a scuola, e per sua sfortuna si imbatte nel pick-up guidato proprio dall’uomo. Da un semplice diverbio si passa ad una caccia mortale terrificante.

Commento. Il film si erge come thriller psicologico che si pone più come denuncia di una società americana sempre più stressata e violenta. La tessitura di quella che avrebbe potuto essere una trama interessante viene sacrificata per un più complesso ruolo di insegnamento dei comportamenti corretti da seguire al volante e nella vita quotidiana. Diversi, infatti, i riferimenti ai pericoli subdoli che anche la tecnologia più moderna può nascondere.

Derrick Borte, nel dirigere la pellicola, non tenta di creare nulla di nuovo ma si allinea ad altri film già visti e rivisti, il risultato è un prodotto per nulla accattivante, che in alcune sequenze irrita lo spettatore per le disarmanti scelte tattiche della protagonista. Va bene creare un film di denuncia ed allo stesso tempo – in qualche modo – didattico, ma alcuni atteggiamenti di Rachel sono fin troppo sopra le righe.

Ottima la prova di Russell Crowe che, nonostante reciti in una parte che difficilmente gli si addice, riesce a dare carattere e spessore al personaggio, di cui in realtà non conosciamo nemmeno il nome. Una scelta voluta quella di spersonalizzare il villain di questa storia per renderlo riconoscibile negli atteggiamenti che potrebbe avere un qualsiasi vicino di auto nel traffico della città.

Il Giorno Sbagliato si regge su tre personaggi principali. Quello interpretato per l’appunto da Russell Crowe è imponente, e non solo nella stazza: egli domina la scena sia a bordo del possente Pick-Up, che nei dialoghi e nelle scene d’azione. A lui si affiancano Gabriel Bateman, fratello dell’attrice Talitha che abbiamo possibilità di apprezzare nel ruolo di Alexis in Away, e Caren Pistorius. Quest’ultima riesce a creare una protagonista che non è assolutamente un personaggio positivo ma che viaggia pericolosamente sul filo di una lama rischiando di divenire a sua volta una persona, per alcuni aspetti peggiore dello svitato (Unhinged – come il titolo originale) che la insegue.

In ogni caso il ritmo frenetico del film fa si che lo spettatore possa evitare la noia. La durata (90 minuti) è adeguata, e Il Giorno Sbagliato scorre via senza rallentamenti.


Il Giorno Sbagliato non è un film che lascia il segno, ciononostante si fa apprezzare per la prestazione fornita da Crowe, visibilmente appesantito per l’occasione.

Classificazione: 2.5 su 5.

Lascia un Commento...