Il CEO di CBS Les Moonves si dimette a seguito di accuse di abusi sessuali

Les Moonves, il numero uno della CBS, si è dimesso a seguito di accuse di molestie sessuali da parte di una dozzina di donne.

Anche se lo scorso mese di luglio era apparso un articolo in cui si parlava di alcuni abusi da parte del manager, la goccia che ha però fatto traboccare il vaso è stato un nuovo articolo pubblicato da New Yorker, nel quale si riporta che sei donne avrebbero subito molestie.

La CBS ha comunicato che le dimissioni di Moonves sono da considerarsi ad “effetto immediato”. A tal proposito è stato nominato Joseph Ianniello quale suo successore. Inoltre, il colosso televisivo ha aggiunto che donerà 20 milioni di dollari, dedotti dalla liquidazione del manager, ad “una o più organizzazioni che sostengono il movimento #MeToo e si battono per trattamento paritario delle donne nei luoghi di lavoro”.

Ronan Farrow, l’autore sia del primo che dell’ultimo articolo, ha riferito che, nel periodo tra il 1980 ed il 2000, il manager avrebbe aggredito sessualmente diverse donne, mentre altre sono state minacciate per non aver accettato le avances.

L’ex CEO della CBS ha smentito con forza tali accuse ed ha affermato di non aver mai usato la sua posizione per ostacolare chi lo sta acccusando.

Lascia un Commento...