L’ottava edizione del FIPILI Horror Festival, festival della paura tra cinema, letteratura e arte che si svolge ogni anno nella città di Livorno, si è conclusa con un esito molto positivo.

Il programma quest’anno è stato animato da un ricco e variegato repertorio di eventi: masterclass sui mestieri del cinema, laboratori di scrittura creativa, dibattiti e panel, mostre d’arte e fotografia, performance, incontri e presentazioni di libri, proiezioni di film tra anteprime nazionali e cult di genere e la proiezione dei cortometraggi in gara.

Un’edizione che ha riscosso un grande successo di pubblico arrivando a sfiorare i 4.000 visitatori, raddoppiando il numero delle presenze della precedente edizione. Alcuni eventi e spettacoli sono andati sold out, come la proiezione di Inferno di Dario Argento

Il festival, realizzato con il patrocinio del Comune di Livorno, si è svolto in 6 differenti location della città: Libreria laFeltrinelli (Via di Franco, 14); Biblioteca di Villa Maria (Via Redi, 22); Nuovo Teatro delle Commedie (Via G.M. Terreni, 5); Sala Asili Notturni (Via G.M. Terreni, 5); Cinema La Gran Guardia (Via del Giglio, 18); il Cinema Teatro I 4 mori (Via Pietro Tacca, 16). 

Dopo Donato Carrisi, noto scrittore e miglior regista esordiente con La ragazza nella nebbia (Italia 2017) ai David di Donatello 2018,nella settima edizione, il festival continua a collezionare grandi ospiti, che coronano il fil rouge tematico del festival, ovvero la paura tra cinema e letteratura: il maestro Dario Argento, Aldo Lado ed Enrico Vanzina.

In tutto, hanno partecipato 50 ospiti: Matteo Strukul, Paolo D’Onofrio, Virginia Tonfoni, Lukha B. Kremo, Federico Frusciante, Michele Innocenti, Claudio Bartolini, Greta Francolini, Francesco Barozzi, Paolo Di Orazio, Dario Almerighi, Roberta Bellesini Faletti, Fabio Canessa, Alessandro Izzo, Francesca Detti, Domenico Guidetti, Jacopo Rondinelli, Fabio Guaglione, Valentina D’Amico, Francesca Lenzi, Filippo Mazzarella, Saverio Tommasi, Simone Fulciniti, Valeria Cappelletti, Greta Merli, Rosanna Harper, Claudio Miani, Roberto D’Onofrio, Maurizio Temporin, i Manetti Bros., Giulia Giorgi, Emiliano Pagani, Daniele Caluri, Walter Catalano, Gian Filippo Pizzo, Loredana Lipperini, Anita Galvano, Elisabetta Cosci, Simone Scafidi, Giada Mazzoleni, Franco Bellomo, Pietro Galluzzi, Paolo Ciriello, Luca Canale Brucculeri, Dario Almerighi, Malleus Rock Art Lab. 

Durante il festival ci sono state 15 proiezioni di lungometraggi tra cui La casa di Jack di Lars von Trier.

Il concorso video FIPILI Horror Festival 2019 ha visto arrivare più di 200 opere, sia italiane che di produzione straniera. Sono stati 72 i cortometraggi selezionati per la proiezione e in gara per le categorie horror/thriller, fantasy/fantascienza, weird e la sezione dedicata alle opere internazionali.

Il festival ha inoltre celebrato la letteratura contemporanea e gli scrittori con 14 presentazioni letterarie.

In collaborazione con Kipple Officina Libraria, sono stati organizzati due laboratori di scrittura creativa: “Scrivere il futuro” con Lukha B. Kremo (Premio Urania 2015) e “Scrivere la paura” con il fumettista e batterista Paolo Di Orazio.  

Per i concorsi letterari “La paura fa 90 (righe)” e “Livorno Horror Story” sono pervenuti all’attenzione della giuria ben 167 racconti.

Inoltre sono state allestite 4 mostre d’arte e c’è stata anche una performance artistica realizzata dalla giovane Greta Francolini, che si è esibita per rendere omaggio al film Sotto il vestito niente del compianto Carlo Vanzina.