Poche uscite da segnalare per questo weekend, evidentemente a causa della stagione che deve fare i conti con un pubblico restio a recarsi al cinema se non per qualche blockbuster, come ha dimostrato The Legend of Tarzan. Il tutto in preparazione dell’uscita del terzo capitolo di un rinnovato franchise.

Atteso da molto tempo, oggi è arrivato il grande giorno che vede l’uscita di Star Trek Beyond, terzo capitolo del reboot iniziato nel 2009 da J.J. Abrams che, dopo aver diretto anche Into Darkness – Star Trek, ha passato il timone a Justin Lin. L’equipaggio della USS Enterprise, esplorando lo spazio più remoto e profondo, deve fronteggiare un nuovo nemico che metterà a dura prova tutti i membri capeggiati dal capitano Kirk. I primi due film sono riusciti a creare un filo tra passato e futuro, intrattenendo con sceneggiature ben collaudate; Lin, però, non è Abrams, ma ci si augura che abbia preso il meglio dal regista dei primi due film per continuare su quella strada. La morte del giovane attore Anton Yelchin, che nella saga interpreta il ruolo di Checov, segnerà senza dubbio il prosieguo del franchise.

Cambio di registro per Thomas McCarthy, reduce dall’Oscar come miglior film e miglior sceneggiatura per Il caso Spotlight. Mr. Cobbler e la bottega magica (Mr. Cobbler), interpretato da Adam Sandler, Dustin Hoffman, Steve Buscemi e Ellen Barkin, è la storia di Max Simkin, un calzolaio che gestisce il negozio appartenuto alla sua famiglia da generazioni. Nonostante la crisi in cui versa, l’uomo trova un cimelio di famiglia dotato di poteri magici: una macchina per riparare le suole delle scarpe che gli consente di mettersi nei panni dei clienti una volta indossate le loro scarpe riparate; sarà l’occasione per riuscire a dare una svolta al suo lavoro e alla sua vita. Uno spunto interessante che potrebbe garantire a Sandler, attore ormai votato alla mediocrità, di poter dimostrare le proprie qualità anche grazie a un regista che, finora, ha sempre dimostrato di saper dirigere ottimamente gli attori e di costruire storie mai banali.

Per un pubblico più infantile arriva Top Cat e i gatti combinaguai (Don Gato: El inicio de la pandilla), film d’animazione realizzato in CGI diretto da Andrés Couturier che riprende il popolare personaggio dei cartoni animati per mostrarne le origini. Un prodotto realizzato col solo scopo di intrattenere i più piccoli.