Cinquanta sfumature di grigio è stato un successo planetario, quantomeno in termini di incassi al box office perché sul piano della critica non si può dire che abbia riscontrato grossi favori. Ma il pubblico è sovrano e quindi la Universal ha sfornato il secondo capitolo, Cinquanta sfumature di nero, in uscita oggi al cinema.

Ritornano quindi Anastasia e Christian, la coppia che ha preso d’assalto le librerie prima – coi romanzi scritti da E.L. James – e il cinema poi. Torna con Cinquanta sfumature di nero (Fifty Shades Darker), diretto da James Foley. Stavolta Anastasia torna da Christian ma anche lei detterà le sue regole; alcuni personaggi del passato di Christian, però, torneranno in superficie. Diciamocela tutta: il primo film era indifendibile su qualsiasi fronte (regia, recitazione, dialoghi: tutto da buttare). Se è questo che il pubblico (degli innamorati?) vuole, eccolo accontentato. Potete leggere qui la nostra recensione in anteprima.

Per quelli con l’animo più spensierato, e per quelli che hanno trascorso l’infanzia a giocare con i mattoncini Lego, ecco arrivare Lego Batman – Il film (The Lego Batman Movie), lo spin-off di The Lego Movie che promuove a protagonista il celebre uomo pipistrello (ovviamente in versione Lego) che per fronteggiare il malvagio Joker deve avvalersi dell’aiuto di altre persone. Il primo film è stato un successo di pubblico e critica, vedremo se questo riuscirà a centrare nuovamente l’obiettivo.

L’horror non manca (quasi) mai. Perciò, ecco Incarnate, il film di Brad Peyton con Aaron Eckart nei panni di uno scienziato capace di esorcizzare le menti delle persone possedute. A lui viene affidato il caso di un adolescente posseduto dallo spirito che ha ucciso la moglie e il figlio dello scienziato. A leggere la trama, il film sembra essere un ibrido tra un qualsiasi film horror demoniaco recente e Inception.

Dalla Francia arriva 150 milligrammi (La fille de Brest), il film di Emmanuelle Bercot che racconta la storia di una pneumologia la quale scopre il legame tra alcune morti sospette e il farmaco Mediator. Sarà l’inizio di una lotta per portare a galla la verità e far trionfare la giustizia.

Non manca nemmeno la commedia con Le spie della porta accanto (Keeping Up with the Joneses), il film di Greg Mottola interpretato da Zach Galifianakis e Isla Fisher. Una coppia che conduce una vita tranquilla scopre che la coppia di vicini, i Joneses, sono in realtà agenti segreti. Una commedia che vuole ironizzare sul cinema spionistico facendo il verso, soprattutto, a Mr. & Mrs. Smith.