Ci stiamo piano piano avvicinando al periodo natalizio, ma ci sono ancora uscite che sono all'esatto opposto del clima natalizio e che risentono ancora della stagione autunnale, come Snowden e Il cittadino illustre. Le commedie non mancano mai come dimostrano La cena di Natale e Come diventare grandi nonostante i genitori.

Da sempre autore di un cinema impegnato a livello politico e narrativamente scomodo, con Snowden (qui la nostra recensione) Oliver Stone porta al cinema la storia di Edward Snowden, l'uomo che nel 2013 rivelò al mondo la notizia che i dati sensibili di milioni di persone erano in mano al governo degli Stati Uniti. nel cast troviamo Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Nicolas Cage e Melissa Leo. Il film andrebbe confrontato con Citizenfour, il documentario di Laura Poitras vincitore dell'Oscar nel 2015.

Presentato a Venezia dove ha ricevuto un ottimo consenso da parte della critica e del pubblico, Il cittadino illustre (El Ciudadano Ilustre) di Gastòn Duprat e Mariano Cohn è valso al protagonista Oscar Martinez la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile. La storia è quella di uno scrittore premio Nobel residente in Europa che deve recarsi in Argentina, suo paese natale, per ricevere un premio: il viaggio sarà l'occasione per confrontarsi con la propria terra.

Sequel di Professione assassino (2011), Mechanic: Resurrection vede il ritorno di Jason Statham nei panni di Arthur Bishop, uno dei sicari più abili e richiesti al mondo. Fuori dal giro, Bishop deve tornare alla carica per un'ultima missione: compiere una serie di omicidi facendo il modo che l'FBI si accorga che gli assassini siano opera sua. Sparatorie, sequenze adrenaliniche e botte da orbi: stupisce che a dirigere tutto ciò sia Dennis Gansel, autore di L'onda. I fan, comunque, hanno di che divertirsi.

Commedie italiane: Come diventare grandi nonostante i genitori e La cena di Natale. Il primo è diretto da Luca Lucini e ha come protagonisti alcuni adolescenti alle prese coi propri genitori. Cast corale (tra gli altri, Margherita Buy, Giovanna Mezzogiorno, Riccardo Rossi e Matthew Modine [?!]). Il secondo film è il seguito, nuovamente diretto da Marco Ponti, di Io che amo solo te e rivede la coppia formata da Laura Chiatti e Riccardo Scamarcio alle prese con la cena di Natale e con una serie di equivoci a non finire.