Settimana piuttosto cupa per quanto riguarda i film in uscita. Cupa perché i titoli corrispondono a generi cinematografici "per appassionati", a cominciare da Life - Non oltrepassare il limite, passando per Elle e arrivando a La cura del benessere. Non mancano però film più leggeri come Non è un paese per giovani e Slam - Tutto per una ragazza.

A metà tra lo sci-fi e l'horror (un po' come Alien), Life - Non oltrepassare il limite (Life) di Daniel Espinosa vede un'astronave sulla rotta per tornare sulla Terra. A bordo, i membri dell'equipaggio stanno trasportando una prova vivente che testimonia la presenza di vita su Marte. Questa "creatura" cresce a dismisura e si rivela essere qualcosa di pericoloso e mortale. Gli echi di Alien ci sono, inutile negarlo, ma la suspence dovrebbe essere al sicuro. Leggete qui la nostra recensione in anteprima.

Tra i film più acclamati a livello internazionale c'è sicuramente Elle, il film di Paul Verhoeven che vede la protagonista Isabelle Huppert nei panni di una donna al vertice di una società di videogiochi. Una sera viene aggredita in casa da uno sconosciuto. La donna fa di tutto per rintracciare la misteriosa figura e, una volta trovata, innescherà un gioco molto pericoloso. Il regista olandese ci ha abituati a un cinema senza fronzoli che mira direttamente alla pancia dello spettatore: quando la protagonista è Isabelle Huppert il risultato non può che essere elevato. Leggete qui la nostra recensione in anteprima.

Ancora una storia a tinte forti è quella raccontata da Gore Verbinski in La cura del benessere (A Cure for Wellness). Lockhart, un giovane broker di Wall Street viene incaricato di recarsi in una località sulle Alpi svizzere per riportare a casa Pembroke, amministratore delegato della sua azienda il quale, dopo aver soggiornato in un misterioso centro benessere, ha informato la sua equipe di non voler andarsene. Lockhart si reca quindi in questo centro, sotto la cui coltre di serenità e benessere, ci celano misteri e segreti indicibili. Era dal 2002 - anno di The Ring - che Verbinski non si affacciava all'horror: sarà riuscito a bissare il successo?

Candidato all'Oscar come miglior documentario, I Am not your Negro è il film di Raoul Peck che, attraverso le vite e gli assassinii di Malcolm X, Martin Luther King e Medgar Evers, vuole fare chiarezza su come vengono visti gli afroamericani negli Stati Uniti. La voce narrante è di Samuel L. Jackson.

Conclusa la parentesi "drammatica", diamo un'occhiata ora a film più leggeri in uscita. Non è un paese per giovani è il nuovo film di Giovanni Veronesi che racconta il viaggio di Sandro e Luciano, due giovani che si recano a Cuba dove incontrano Nora, una ragazza intraprendente. Sull'isola, Luciano comincia a perdere la bussola mentre Sandro cerca di capire il motivo per cui lo ha seguito fino lì. La passione di Veronesi per le storie di giovani ragazzi italiani è ormai risaputa.

Trasportando l'azione da Londra a Roma, Andrea Molaioli si ispira a un romanzo di Nick Hornby con Slam - Tutto per una ragazza. Sam ha 16 anni e ha la passione per lo skateboard e vorrebbe non cadere nell'errore di sua mamma, suo nonno e suo bisnonno: diventare genitore a 16 anni. Un giorno incontra Alice. I due si innamorano, ma quando lui decide di lasciarla, lei gli comunica la notizia di essere incinta. Invece di assumersi le sue responsabilità, Sam decide di scappare. Leggete qui la nostra recensione in anteprima.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.