Dal fantasy al dramma, dalla commedia al biopic: il weekend pre-natalizio è pieno di grandi film come Bumblebee, Cold War e Il Ritorno di Mary Poppins.

Diretto da Travis Knight, Bumblebee è il prequel/spin-off di Transformers ambientato nel 1987 quando l’Autobotte Bumblebee, in fuga dal suo pianeta in guerra, si rifugia in una città della California. Qui, la quasi 18enne Charlie lo incontra e lo proteggerà dalle grinfie del governo americano.

A 54 anni dal film con Julie Andrews, Emily Blunt indossa i panni della magica tata in Il Ritorno di Mary Poppins di Rob Marshall. Ambientato negli anni ’30, Jane e Michael Banks sono ormai cresciuti con figli. Servirà l’aiuto di Mary Poppins per aiutarli con i problemi che li affliggono, tra lavoro e famiglia.

Ben is Back è un intenso dramma famigliare diretto da Peter Hedges con Julia Roberts nei panni di una madre che accoglie il figlio con problemi di droga uscito dalla comunità il giorno di Natale. La madre farà di tutto per cercare di salvarlo dal baratro.

Con Old Man and the Gun, Robert Redford darà l’addio alle scene dopo una carriera durata 50 anni. Nel film, ispirato a una storia vera, l’attore interpreta Forrest Tucker, un uomo che ha passato la vita tra rapine ed evasioni dal carcere.

Premio per la regia a Cannes e vincitore dell’EFA come miglior film europeo, Cold War è una storia d’amore in bianco e nero ambientata nella Polonia del dopoguerra. Pur provenendo da ambienti diversi, un uomo e una donna s’innamorano ma sono costretti a separarsi più volte per ragioni politiche o per sfortunate coincidenze.

7 uomini a mollo di Gilles Lellouche racconta la storia di Bertrand, 40enne depresso che decide di entrare a far parte di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Nonostante il gruppo piuttosto sgangherato, riusciranno a partecipare ai mondiali: sarà l’occasione per cambiare la vita di tutti.

Presentato in concorso a Venezia, Capri-Revolution di Mario Martone racconta la Storia dell’Italia raccontando l’incontro tra la capraia Lucia, la comune guidata da Seybu e il giovane medico Carlo nella Capri del 1914. Tutto questo mentre i russi, esuli sull’isola, stanno preparando la rivoluzione.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.