Continua il caldo sulla nostra penisola e la gente sembra essere un po’ restia a recarsi al cinema, anche se The Conjuring – Il caso Enfield ha fatto registrare (com’era prevedibile) ottimi incassi. Nel prossimo weekend vedremo l’alternarsi di blockbuster, come ad esempio Ratchet & Clank – Il film e La battaglia degli imperi – Dragon Blade, e commedie come Cattivi vicini 2, American Ultra Il piano di Maggie.

Coloro che hanno trascorso l’infanzia giocando con la Play Station si ricorderanno sicuramente di Ratchet & Clank, il famoso videogioco. Ebbene, i fan saranno accontentati con Racthet & Clank – Il film, diretto da Kevin Munroe e  Jerrica Cleland, in cui la celebre coppia deve combattere contro il Presidente Drek che vuole distruggere ogni pianeta della galassia Solana. Nonostante le trasposizioni di videogiochi al cinema non godano sempre di ottima salute (basi pensare ai pessimi lavori di Uwe Boll), ci si augura che il lavoro fatto renda onore al videogioco; certo è che la carriera del regista Munroe non pone a suo favore (vi ricordate il film Dylan Dog?)

Sempre di blockbuster parliamo quando trattiamo La battaglia degli imperi – Dragon Blade, diretto da Daniel Lee e interpretato da John Cusack, Adrien Brody e Jackie Chan. Un film che riprende gli elementi del peplum (ma con lo spirito e gli effetti speciali più moderni), con soldati romani e cinesi che danno vita a epiche battaglie. Forse un cinema che unisce Oriente e Occidente (con un occhio, quindi, agli incassi da ambedue le parti), un po’ fuori dai tempi e dalle mode anche per la scelta degli attori: ci aspetteremmo che Adrien Brody venisse meglio utilizzato…

Passiamo alle commedie. Seppur appartenenti a questo genere, le commedie in arrivo sui nostri schermi non potrebbero essere più diverse tra loro. La prima in questione è Cattivi vicini 2 in cui ritroviamo la coppia formata da Seth Rogen e Rose Byrne trasferirsi in un quartiere apparentemente tranquillo salvo poi scoprire che le vicine sono un gruppo di studentesse scalmanate e fuori di testa. Per sistemare la cosa, occorrerà rivolgersi all’ex nemico Zac Efron. Animal House è un cult a cui tutti teniamo molto, ma a cui non gli si potrà mai perdonare di aver fatto nascere un’infinità di epigoni che poco hanno a che fare con il capostipite, e questo film (come il suo predecessore) sembra rientrare in questo campo. E Seth Rogen non è John Belushi.

Il piano di Maggie è invece una commedia apparentemente comune diretta da Rebecca Miller e interpretata da Greta Gerwig, Ethan Hawke e Julianne Moore. Maggie è un’insegnante trentenne sfortunata in amore. Sente il bisogno di avere un figlio, senza però l’appoggio di un uomo. L’incontro con John, antropologo in crisi con la moglie Georgette, cambierà i piani di Maggie per metterne in atto uno che coinvolgerà tutti e tre. Un triangolo di vite e sentimenti contrastanti: la regista sembra avere ben in mente il cinema di Woody Allen.

Una commedia completamente fuori dagli schemi è American Ultra, film di Nima Nourizadeh che da noi arriva con quasi un anno di ritardo, e interpretato da Jesse Eisenberg e Kristen Stewart che si ritrovano a condividere il set sette anni dopo Adventureland. Stavolta, i giovani attori interpretano Mike e Phoebe, fidanzati che vivono in una piccola provincia e il cui passatempo preferito è l’uso di droghe. Mike, però nasconde un segreto: egli è un agente addestrato, e quando si ritrova in mezzo a un’operazione governativa ad alto tasso di pericolo, dovrà far ricorso alle sue capacità da combattente. Il regista ha saputo dimostrare di essere un abile ritrattista dello sbandamento della gioventù americana con Project X – Una festa che spacca, e questo film potrebbe essere la riconferma di questo talento. Le ambizioni, d’altronde, sono più alte, così come le aspettative.