Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della nuova edizione del Festival MIX Milano di Cinema GayLesbico e Cultura Queer, questa mattina siamo stati a Palazzo Marino, a Milano, dove é stato presentato il programma della 32esima edizione.

Organizzato da Associazione Culturale MIX Milano con il Patrocinio del Comune di Milano e con il contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, il festival ideato da Giampaolo Marzi, è diretto e prodotto da Debora Guma, Rafael Maniglia e Andrea Ferrari. La selezione dei film e la programmazione è realizzata in collaborazione con IMMAGINARIA, International Film Festival of Lesbians and other Rebellious Women.

Parola d’ordine dell’edizione 2018 é “INCLUSIONE” perché, come ha ribadito la direttrice Debora Guma “nessuna combinazione ci deve sorprendere e spaventare”.

Anche quest’anno il festival incorona le sue nuove Queen, figure di spicco del nostro panorama artistico: Queen of Music alla cantante Syria, da sempre vicina alla comunità LGBTQI, mentre l’attrice Iaia Forte eredita la corona di Queen of Comedy.

Al lungometraggio Favola di Sebastiano Mauri con Filippo Timi e Lucia Mascino il compito di inaugurare la rassegna giovedì 21 giugno.
Una c

Al lungometraggio Favola di Sebastiano Mauri con Filippo Timi e Lucia Mascino il compito di inaugurare la rassegna giovedì 21 giugno.
Una c
ommedia dissacrante sul tema dell’identità, il film racconta la storia di due casalinghe Mrs Fairytale (Filippo Timi) e la sua migliore amica Mrs Emerald (Lucia Mascino) nell’America degli anni Cinquanta. Prodotto da Palomar con Rai Cinema e distribuito da Nexo Digital. il film uscirà nelle sale cinematografiche come evento speciale il 25, 26, 27 giugno.

Dal Festival di Cannes arriva Un conteau dans le coeur di Yann Gonzalez, uno dei registi più significativi del cinema queer contemporaneo e già ospite del festival con i suoi precedenti lavori. Il suo thriller ambientato nel mondo della pornografia parigina di fine anni Settanta vede la splendida Vanessa Paradis nei panni di una produttrice di film per adulti che dovrà vedersela con la fine di un amore e un pericoloso serial killer che uccide i suoi attori.

Grandi ospiti sul palco del MIX sono attesi e attese anche durante la serata di chiusura, domenica 24, che accoglierà la regista Trudie Styler, moglie di Sting e il giovane attore Alex Lawther (The End Of The F***ing World) protagonista di Freak Show.Opera prima presentata all’interno della rassegna Alice nella Città alla Festa del Cinema di Roma, il film è un inno all’inclusione e all’accettazione che vede Billy Bloom, teenager glam and proud, deciso a conquistare il titolo di reginetta della scuola contro ogni pregiudizio dei compagni di scuola.

Opera prima presentata all’interno della rassegna Alice nella Città alla Festa del Cinema di Roma, il film è un inno all’inclusione e all’accettazione che vede Billy Bloom, teenager glam and proud, deciso a conquistare il titolo di reginetta della scuola contro ogni pregiudizio dei compagni di scuola.

A fare la sua incursione sul palco del festival durante l’ultima serata, anche la controversa star del web Martina Dell’Ombra.

Una selezione di 50 titoli suddivisi nelle tradizionali sezioni Lungometraggi, Documentari e Cortometraggi, sarà valutata da tre giurie composte da esperti di cinema che sceglieranno le migliori opere cinematografiche a tematica LGBT. Anche il pubblico potrà esprimere la propria preferenza eleggendo il Miglior Lungometraggio attraverso l’APP ufficiale del Festival scaricabile direttamente dagli store.

Un ulteriore riconoscimento, quest’anno, sarà offerto da laF - tv del Gruppo Fetrinelli (canale 135 Sky)- che da sempre attenta ai temi dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità, parteciperà al Festival con la consegna del Premio MIX laF al miglior documentario in concorso - che vede in palio la messa in onda del vincitore sul canale, e con l’anteprima nazionale in sala dell’ultimo episodio di Love Me Gender

Un ulteriore riconoscimento, quest’anno, sarà offerto da laF - tv del Gruppo Fetrinelli (canale 135 Sky)- che da sempre attenta ai temi dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità, parteciperà al Festival con la consegna del Premio MIX laF al miglior documentario in concorso - che vede in palio la messa in onda del vincitore sul canale, e con l’anteprima nazionale in sala dell’ultimo episodio di Love Me Gender.

Tra le altre nuove media partnership di questa edizione, anche Sky Cinema e Sky Arte sosterranno il MIX con varie attività: dal 21 al 24 giugno Sky Cinema Hits dedicherà la sua prima e seconda serata al ciclo LGBT Pride, proponendo film che affrontano varie tematiche dell’universo gay, lesbico, bisessuale e transgender. Venerdì 22 giugno alle ore 20.00 presso il Teatro Studio Melato, Sky Arte presenterà fuori concorso al festival il primo episodio del documentario Gay Revolution – Il secolo arcobaleno, il racconto degli anni “nascosti” della cultura gay prima della celebre rivolta dello Stonewall.

Tra le attività collaterali, continua la collaborazione del Festival MIX Milano con Milano Film Network nell’ambito di In Progress MFN, il primo laboratorio produttivo finalizzato allo sviluppo di progetti audiovisivi rivolto a giovani registi, che vedrà quest’anno l’assegnazione di una borsa di sviluppo al progetto che meglio affronta il tema della identità di genere.

Per il secondo anno tutti gli appuntamenti del festival sono ad ingresso gratuito con tessera dell’Associazione Culturale MIX Milano (acquistabile online fino al 20 giugno e nel corso della manifestazione al Teatro Strehler).

La 32^ edizione del Festival MIX Milano si terrà dal 21 al 24 giugno al Teatro Strehler a cui si affianca il Teatro Studio Melato.

Per ulteriori info: http://festivalmixmilano.com/programma/