Giovedì 10 novembre. Dopo la giornata di ieri che ha visto le programmazioni televisive concentrate sull’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump, concentriamoci sulla programmazione televisiva riguardante i film, che vede, tra gli altri, titoli come Space Cowboys di Clint Eastwood, The Program di Stephen Frears, 1997: Fuga da New York di John Carpenter e The Fighter di David O. Russell.

Ore 21.15 su Nove: Bride Wars – La mia migliore nemica, di Gary Winick, con Anne Hathaway e Kate Hudson. Due amiche da una vita, si accorgono di aver erroneamente programmato le rispettive nozze nello stesso giorno: inizia così una guerra senza esclusione di colpi per obbligare l’altra a cambiare la data. Una commedia che poggia esclusivamente sulle due protagoniste dalla verve contagiosa e funambolica.

Ore 21.00 su Iris: Space Cowboys, di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Donald Sutherland e Tommy Lee Jones. Una squadra di astronauti veterani ormai avanti con l’età si riuniscono per andare nello spazio a riparare un satellite che rischia di precipitare sulla Terra. Un film tutto d’un pezzo, come i suoi protagonisti, non privo di ironia sulla terza età e con effetti speciali di  pregiata fattura.

Ore 21.10 su Italia 2: L’alba dei morti viventi, di Zack Snyder, con Sarah Polley, Ving Rhames e Mekhi Phifer. Remake di Zombi di George A. Romero, il film racconta di un’invasione di zombi. Un remake che non sfigura di fronte all’originale, ma senza quella vena graffiante e accusatoria tipica di Romero. I fan, comunque, possono gradire per gli effetti speciali.

Ore 21.15 su Premium Cinema 2: 1997 – Fuga da New York, di John Carpenter, con Kurt Russell, Lee Van Cleef e Donald Pleasence. Nel 1997, il presidente degli Stati Uniti viene catturato e fatto prigioniero a New York, città trasformata in un enorme carcere. Toccherà al galeotto Jena Plissken, in sole 24 ore, trarre in salvo l’uomo. Una pietra miliare del cinema di fantascienza, ma non solo, diretto con inventiva e senso del ritmo. Un autentico cult.

Ore 21.15 su Sky Cinema 1: The Program, di Stephen Frears, con Ben Foster, Chris O’ Dowd e Guillaume Canet. Il film ripercorre la vita del ciclista Lance Armstrong, dai successi alla scoperta del cancro fino all’ammissione del doping. Un biopic che non si tira indietro davanti alle situazioni più scabrose e scottanti, compiendo un ritratto a tutto tondo di uno dei più grandi ciclisti del mondo.

Ore 23.10 su Rete 4: The Fighter, di David O. Russell, con Mark Wahlberg, Christian Bale e Amy Adams. Film ispirato alla vita del pugile Micky Ward e del fratellastro/allenatore Dicky, anch’esso pugile ma schiavo della droga. Una storia intensa diretta con mano sicura e interpretata da una schiera di attori davvero ottimi. Vincitore di due premi Oscar: miglior attore non protagonista a Christian Bale e miglior attrice non protagonista a Melissa Leo.

Ore 00.15 su Italia Uno: Project X – Una festa che spacca, di Nima Nourizadeh, con Thomas Mann, Oliver Cooper e Kirby Bliss Blanton. Tre ragazzi impopolari decidono di organizzare la festa per il compleanno di uno di loro approfittando dell’assenza dei genitori per occupare la casa. Ma quella che doveva essere la festa del secolo si trasforma presto in un’Apocalisse in miniatura. Girato con la tecnica del found footage, il film è un lucido e realistico spaccato dello sbandamento della gioventù americana, più serio di quanto non sembri.