Mercoledì 21 dicembre. Solstizio d’inverno che ci scaraventa in pieno Natale, perciò stasera film come il film d’animazione Frozen – Il regno di ghiaccio, il fantasy The Mask – Da zero a mito o il biopic The Imitation Game sono pronti ad allietarvi.

Ore 21.10 su Rai 2: Frozen – Il Regno di ghiaccio, di Chris Buck e Jennifer Lee. Il regno di Arendelle vive in un inverno senza fine causato accidentalmente dalla principessa Elsa. Sua sorella Anna, dunque, parte alla sua ricerca per annullare l’incantesimo. Film d’animazione vincitore di due Oscar (film d’animazione e canzone originale) che poggia su ottime caratterizzazioni.

Ore 21.10 su Italia 1: Io, Robot, di Alex Proyas, con Will Smith, Alan Tudyk e Bridget Moynahan. Nel 2035, i robot vivono in simbiosi con gli umani dovendo però rispettare alcune leggi inviolabili. Quando uno di essi è sospettato di aver ucciso il suo creatore, il detective Spooner dovrà svelare la verità. Tratto dall’antologia di Isaac Asimov, un affascinante e intrigante sci-fi che tocca temi sulla morale e sui rapporti tra uomo e macchina.

Ore 21.15 su Premium Cinema 2: Il vigile, di Luigi Zampa, con Alberto Sordi, Vittorio De Sica e Sylva Koscina. Otello Celletti, disoccupato, riesce a farsi assumere come vigile motociclista diventando un inflessibile applicatore del codice stradale. Una delle maschere più riuscite e memorabili di Sordi che descrive e ironizza l’Italia del boom economico.

Ore 21.15 su Premium Cinema Comedy: The Mask – Da zero a mito, di Chuck Russell, con Jim Carrey, Cameron Diaz e Peter Greene. Il mite impiegato di banca Stanley Ipkiss viene in possesso di una maschera che lo trasforma in un personaggio eccentrico e straordinariamente incredibile. Jim Carrey in una delle sue interpretazioni più carismatiche e vorticose per un film diventato un cult. Esordio indimenticabile di Cameron Diaz.

Ore 21.00 su Sky Cinema Cult: The Imitation Game, di Morten Tyldum, con Benedict Cumberbatch, Keira Knightley e Matthew Goode. La storia vera di Alan Turing, il matematico inglese che, tramite una macchina da lui inventata, permise di decodificare i codici nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Un biopic corretto e senza fronzoli con un’eccellente interpretazione di Cumberbatch. Oscar per la miglior sceneggiatura non originale.

 

 

 

 

Rispondi