Fabrique du Cinéma Awards - I finalisti della terza edizione

fabrique du cinema awards

Nella giornata odierna si è tenuta a Roma la conferenza stampa di presentazione della 3° edizione dei Fabrique du Cinéma Awards, i premi assegnati dalla freepress Fabrique du Cinéma in partnership con Prem1ere Film.

In un'edizione che, finalmente, si affaccia al giovane cinema internazionale, spicca per quanto riguarda la giuria 2017, il nome di Willem Dafoe, qui nel ruolo di presidente di giuria. Altre novità, a tal proposito, arrivano dalle nuove categorie inserite, fortemente vocate al cinema estero. Gli altri membri della giuria di qualità sono Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, Vinicio Marchioni, Valentina Lodovini, Christian Halsey Solomon, Alessandro Usai e Jacopo Chessa.

Durante la conferenza stampa sono stati annunciati i nomi dei finalisti che concorreranno per un premio il prossimo 15 dicembre 2017, presso Spazio 900, a Roma. Dall’11 al 14 dicembre al Cinema Avorio, Via Macerata 12, tra le altre cose verranno proiettati i lavori dei 49 finalisti selezionati dalla giuria.

Ma diamo uno sguardo ai finalisti, divisi ovviamente per categoria.

MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO INTERNAZIONALE

House of Norway (Jan Vardøen / Norvegia)
The Song of Sway Lake (Ari Gold / USA)
Bikini Blu (Jarek Marszewski / Polonia)
Dim The Fluorescent (Daniel Warth / Canada)

MIGLIOR OPERA INNOVATIVA e SPERIMENTALE ITALIANA

Sicilian ghost story (Fabio Grassadonia e Antonio Piazza / Italia)
A ciambra (Jonas Carpignano/ Italia - Francia - Germania)
Gatta cenerentola (Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone / Italia)
Orecchie (Alessandro Aronadio/Italia)

MIGLIOR OPERA PRIMA ITALIANA

I figli della notte (Andrea De Sica / Italia)
Guarda in alto (Fulvio Risuleo / Italia)
I peggiori (Vincenzo Alfieri / Italia)
Easy (Andrea Magnani / Italia)

MIGLIOR ATTRICE RIVELAZIONE

Silvia D'Amico - The Place di Paolo Genovese
Selene Caramazza - Cuori Puri di Roberto De Paolis
Valentina Bellè - Una questione privata di Paolo e Vittorio Taviani
Valentina Vannino - L'intrusa di Leonardo di Costanzo

MIGLIOR ATTORE RIVELAZIONE

Giacomo Ferrara - Guarda in alto di Fulvio Risuleo
Josafat Vagni - Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini
Fabio Balsamo - Addio fottuti musi verdi di Francesco Capalbo
Simone Liberati - Cuori Puri di Roberto De Paolis

MIGLIOR TEMA MUSICALE ITALIANO

Vito Lo Re - La Ragazza nella Nebbia
Diego Buongiorno - Monolith
The Sweet Life Society - Brutti e Cattivi
Stefano Lentini - Taranta on the road

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO INTERNAZIONALE

The Simon’s way (Edgar Baghdasaryan - Armenia)
Mama (Eduardo Vieitez / Turchia)
Le Plombier (Xavier Seron et Méryl Fortunat-Rossi / Belgio)
Black ring (Hasan Can Dağlı / Turchia)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO ITALIANO

Confino (Nico Bonomolo / Italia)
Freddo dentro (Valerio Burli / Italia)
A christmas carol (Luca Vecchi / Italia)
Sensazioni d’amore (Adriano Pantaleo / Italia)

MIGLIOR REGISTA DI CORTOMETRAGGIO INTERNAZIONALE

Aldo Iuliano per Penalty
Sonia Giannetto per Episodio
Eduardo Vieitez per Mama
Kassim Yassin Saleh per Idris

MIGLIOR DOCUMENTARIO INTERNAZIONALE

The iconoclast (King Adz / Inghilterra)
The Road to Nickelsville (Derek Mcneill / USA)
The Writer with No Hands (William Westaway / Inghilterra)
Escaping the temple (Patrick Carr / Cina)

MIGLIOR WEB SERIES

This is Desmondo Ray! (Steve Baker / Australia)
Perverts Anonymous (Tim Hamilton / Canada)
Super Italian Family (Daniele Esposito / Italia)
LIFE SUCKS! (Nicola Piovesan / Italia)

MIGLIOR SOGGETTO E SCENEGGIATURA

SuperMarg - (Elena Nappi / Italia)
Fine del Gioco -(Giovanni Dota/ Italia)
Indimenticabile - (Gianluca Santoni e Michela Straniero / Italia)
L'interprete - (Hleb Papou / Italia)
Puppets - (Domenico Modafferi / Italia)

Lascia un Commento...