La voce ad HAL 9000, il celebre computer impazzito di 2001: Odissea Nello Spazio, e del suo seguito 2010: L’Anno del Contatto, Dogluas Rain, è morto ieri all’età di 90 anni.

Nato a Winnipeg - in Canada - il 13 marzo del ’28, Rain ha studiato da giovane presso la Banff School of fine Arts e successivamente presso la Scuola di arte drammatica di Bristol, la Old Vic Theatre School fondata nel 1946 da Laurence Olivier. Tornato in patria è stato uno dei membri fondatori dello Stratford Festival nato per promuovere le opere shakespeariane.

Da sempre legato al mondo del teatro, la sua interpretazione dell’Enrico V, ha generato un adattamento televisivo nel 1966. Nel 1972 ha avuto una nomination ai prestigiosi Tony Award per il suo ruolo in Vivat! Vivat Regina!.

Durante il doppiaggio di HAL 9000 in 2001: Odissea nello Spazio l'attore rese straordinariamente umana una macchina priva di qualsiasi forma umana, creando un “personaggio” cinico e spietato, calmo e riflessivo, supplicante nel cercare di fermare Dave (Keir Dullea) ed inquietante mentre recita la filastrocca che gli era stata insegnata dal suo Istruttore. Insomma un lavoro di doppiaggio straordinario che rimarrà per sempre nella storia del cinema mondiale.

Di Rain ci resta soprattutto la sua voce, il suo HAL, che è tra l'altro anche il ricordo più vivido del capolavoro di Kubrick.