Alfonso Cuarón ce l'ha fatta. Ai DGA Awards, assegnati dall'associazione dei registi di Hollywood, il regista messicano ha vinto il premio per la regia di Roma.

Continua, dunque, la corsa di Cuarón all'Oscar. Se Cuarón dovesse vincere l'ambita statuetta (dopo quella vinta per Gravity) segnerebbe un importante fatto storico per l'Academy in quanto sarebbe la quinta volta in sei anni - con la parentesi Damien Chazelle - che un regista messicano vince l'Oscar. E difficilmente i DGA Awards sbagliano colpo.


Ecco tutti i vincitori (in grassetto) dei DGA Awards 2019:


LUNGOMETRAGGIO

  • Bradley Cooper, “A Star Is Born”
  • Alfonso Cuarón, “Roma”
  • Peter Farrelly, “Green Book”
  • Spike Lee, “BlacKkKlansman”
  • Adam McKay, “Vice”

DOCUMENTARIO

  • Morgan Neville, “Won’t You Be My Neighbor?”
  • RaMell Ross, “Hale County This Morning, This Evening”
  • Elizabeth Chai Vasarhelyi and Jimmy Chin, “Free Solo”
  • Tim Wardle, “Three Identical Strangers”
  • Betsy West and Julie Cohen, “RBG”

ESORDIO ALLA REGIA DI UN LUNGOMETRAGGIO

  • Bo Burnham, “Eighth Grade” (winner)
  • Bradley Cooper, “A Star Is Born”
  • Carlos López Estrada, “Blindspotting”
  • Matthew Heineman, “A Private War”
  • Boots Riley, “Sorry to Bother You”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.