Cosa Sarà
Italiani Film

Cosa Sarà di Bruni vince il Premio Altri Sguardi – Cinema e Solidarietà in carcere

Cosa Sarà scritto e diretto da Francesco Bruni e interpretato da Kim Rossi Stuart é il vincitore della terza edizione del Premio Altri Sguardi – Cinema e Solidarietà in carcere.

Cosa Sarà é stato il film di chiusura dell’ultima edizione della Festa del Cinema ed é uscito nelle sale cinema il 24 ottobre, ma, a causa delle chiusure delle sale, ha avuto vita breve per essere poi distribuito in streaming.

Il film di Francesco Bruni ha vinto recentemente il  RdC Awards– riconoscimento della Rivista del Cinematografo – in qualità di MIglior Film dell’ultimo anno.

Importantissimo l’ottenimento del Premio Altri Sguardi. Questa la motivazione della giuria:
“Ha emozionato tutti il modo in cui è stato trattato un argomento così serio e importante.
Il regista è riuscito a dare il giusto equilibrio al film, leggero e anche divertente, in alcuni momenti è stato difficile trattenere le lacrime. Molti di noi ci si sono ritrovati perché in carcere ci sono giorni in cui si fa fatica ad andare avanti, ci si sente soli, e altri in cui, pensando alla famiglia, si ha la forza per sollevare il mondo intero. Grande interpretazione di Kim Rossi Stuart che ha reso molto bene cosa significhi dovere affrontare le cure e avere paura di morire. Anche nei momenti in cui si poteva ridere emergeva il lato malinconico di chi sta rischiando la vita. Il regista è riuscito ad affrontare un argomento che ha vissuto in prima persona, si è potuto osservare e cercare di trasmettere all’attore cosa è stato per lui quel vissuto.”

La cerimonia di premiazione si svolgerà venerdì 26 marzo in diretta tramite la piattaforma Zoom e vedrà la partecipazione del regista Francesco Bruni e di Kim Rossi Stuart, protagonista di Cosa Sarà.

ALTRI SGUARDI è un progetto ideato e promosso dall’Associazione Mètide fondata da Ilaria Spada, attrice e presidente dell’Associazione e Raffaella Mangini, cofondatrice dell’iniziativa ed esperta di marketing.
“In un periodo così difficile nel quale, a causa della pandemia, le distanze si sono maggiormente accentuate, tanto più in un contesto come il mondo delle case di detenzione, abbiamo sentito ancora di più l’urgenza di ripartire con il nostro progetto e di essere di nuovo presenti a Rebibbia, dove entrambe rappresenteremo anche ‘in presenza’ l’Associazione e, ovviamente nel rispetto di tutte le norme di sicurezza anticovid previste dai decreti governativi e da Rebibbia, porteremo ancora una volta un segnale di vicinanza ai detenuti. Altri Sguardi – ricorda Ilaria Spada – nasce del resto, dalla necessità di creare ascolto e dialogo tra gli artisti che generosamente accettano di portare ai detenuti con i loro film anche un momento di scambio concreto e di approfondimento dei temi di ogni opera. È proprio la ricchezza di questo scambio che offre l’opportunità di uno sguardo più sensibile e attento da parte di un pubblico speciale, che guarda ogni film con semplicità, senza mediazioni.”

ALTRI SGUARDI è promossa da un gruppo di donne che tramite la loro associazione, intendono dare visibilità, attraverso il cinema e i media, anche a un progetto di charity con l’intento di dar vita a una riflessione sul reale per chi vive in uno straniamento che inevitabilmente allontana del mondo esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.