2001: Odissea nello spazio è stato diretto da Stanley Kubrick nel 1968, basato su un soggetto di Arthur C. Clarke, ma più che un film, possiamo considerarlo un evento epocale che, alla sua uscita, esattamente cinquanta anni fa, sconvolse letteralmente il genere fantascientifico.

Una pellicola che utilizza l'ambientazione futuristica per esplorare in maniera profonda, come mai era stato fatto prima, lo spirito umano, la complessità del nostro Io, il destino stesso dell'umanità, il tutto incorniciato da una fotografia strabiliante ed una ricostruzione degli ambienti e dello spazio incredibile per l'epoca.

Sabato 12 maggio, per l'occasione del cinquantesimo anniversario dell'uscita di 2001: Odissea nello spazio, durante il Festival di Cannes, verrà proiettato in anteprima mondiale in una nuova copia in 70mm, tratta dal negativo originale e senza digitalizzazioni o modifiche all'originale. La proiezione sarà presentata dal noto regista Christopher Nolan, per la prima volta ospite del Festival.

All'evento saranno presenti anche alcuni amici e membri della famiglia del compianto Stanley Kubrick, tra cui la figlia Katharina e Jan Harlan, suo partner nella produzione del film.

Domenica Nolan sarà, inoltre, il protagonista di una masterclass in cui avrà modo di parlare della sua carriera e dell'influenza di Kubrick sul suo lavoro. Queste le dichiarazioni del regista in merito alla manifestazione:

"Uno dei miei primi ricordi legati al cinema è quello di aver visto nelle versione di 70mm, al Leicester Square Theatre di Londra insieme a mio padre, il film di Stanley Kubrick. L'occasione di essere stato coinvolto nel rivivere quell'esperienza insieme ad una nuova generazione e di presenziare alla proiezione di una nuova copia in 70mm non restaurata del capolavoro di Kubrick, in tutto il suo splendore analogico, al Festival di Cannes è per me un onore e un privilegio".

Thierry Frémaux, direttore del Festival di Cannes, ha così continuato:

"E' con grandissimo orgoglio che il Festival di Cannes ospita i festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario di uno dei film più straordinari della storia del cinema. E' un onore accogliere al Festival per la prima volta Christopher Nolan, la cui presenza crea un prezioso legame tra il passato ed il presente, senza di lui il cinema non avrebbe una storia. Non vediamo l'ora di assistere a questa proiezione unica in 70mm che dimostrerà, anche se non necessario, che il cinema è stato realmente inventato per il grande schermo".

Questa nuova versione in 70mm sarà proiettata nei cinema americani il prossimo 18 maggio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.