In un periodo storico in cui i videogames stanno tornando di prepotenza nei piani della Hollywood che conta, anche la storica saga videoludica Mortal Kombat sembra pronta al ritorno sul grande schermo, la conferma è arrivata in questi giorni grazie a Christopher Lambert.

L’attore francese, il quale ha fatto parte del cast del primo Mortal Kombat datato 1995 nel ruolo di Raiden, ha rivelato che alla New Line Cinema in queste settimane lavorano attivamente per realizzare un terzo capitolo con un progetto con budget medio-alto.

Nel confermare la volontà dei produttori, Lambert ha rivelato che l’idea innovativa per il terzo capitolo sta nella scelta di inserire nello storyline il viaggio nel tempo, scherzando l’attore ha menzionato sulla possibilità di vedere due combattenti battersi prima nel centro di Londra e nel durante finire direttamente su di un cofano di un taxi newyorkese.

L’idea di voler tornare sul franchise Mortal Kombat è nata nel lontano 2011 quando la New Line Cinema prese accordi con James Wan per la produzione e con Oren Uziel (22 Jump Street) e Dave Callaham (Godzilla) per la sceneggiatura, in quell’occasione però si è più volte parlato di un progetto legato al reboot/riavvio, idea a quanto pare abbandonata per realizzare un sorprendente sequel.

La saga Mortal Kombat ha già avuto la sua esperienza sul grande schermo negli anni novanta, un’esperienza a dire il vero che in pochi ricordano positivamente, era infatti il 1995 quando Paul W.S. Anderson portò in sala un adattamento non proprio straordinario (122 milioni worldwide l’incasso), seguito successivamente da Mortal Kombat: Distruzione Totale, uno dei film tratti da videogame più brutti della storia.

Siete felici all’idea di poter vedere in futuro Mortal Kombat 3?

Fonte: MovieWeb