Partiamo con il presupposto che l'addio di un attore al mondo del cinema solitamente non è mai definitivo (o quasi), detto questo oggi parliamo di Cameron Diaz e delle sue parole che lasciano presagire ad uno stop con la recitazione.

Anche se sono passati quattro lunghi anni dall'ultima volta in cui Cameron Diaz (45 anni) ha lavorato l'ultima nel mondo dell'intrattenimento cinematografico, ad accendere la discussione sul possibile ritiro dalla scena dell'attrice è stata l'amica e collega Selma Blair. Attraverso un'intervista, la Blair ha parlato delle splendide esperienze vissute con la Diaz sul set di La Cosa più Dolce, e nello stesso tempo della volontà di recitare ancora con lei in un ipotetico sequel. Nel esplicitare tale volontà però la Blair ha però confessato ai microfoni che purtroppo questo non potrà mai avvenire a causa del ritiro della Diaz dal cinema.

Giorni dopo l'intervista, Selma Blair è tornata sull'argomento correggendo la sua dichiarazione. L'attrice ha spiegato che Cameron Diaz non si è assolutamente ritirata dalla recitazione e che lei non è più la sua portavoce ufficiale. Discorso chiuso? Manco per idea, a parlare in questi giorni è stata finalmente Cameron Diaz, e leggete qui di seguito le sue parole:

"Sono quasi in pensione, anzi al momento non sto facendo niente. Sono arrivata a un punto in cui non sapevo veramente chi fossi, è dura trovarsi in quella situazione. Sentivo il bisogno di ritrovarmi. Troppo spesso noi donne siamo oggettificate. Mio marito è stato capace di mostrarmi che cosa significa non doverlo essere per forza per essere parte di una relazione in cui si è alla pari."

Parole chiare, quelle della Diaz, che lasciano intendere voglia di continuare a vivere una certa "normalità" familiare senza pressioni dal mondo del cinema. Il problema resta da capire se questa volontà dipenda da lei o dalla mancanza di ruoli di interesse a lei presentati dall'industria hollywoodiana. Non resta che attendere nuove dichiarazioni.

Questo il tweet di Selma Blair.