Il Giffoni Film Festival nella giornata di ieri ha ospitato Bryan Cranston, il grande protagonista della serie tv Breaking Bad.

Dopo il bagno di folla sul blue carpet, in cui si è mostra ultra disponibile, da menzionare a tal proposito il divertente siparietto andato in scena quando ha indossato la maschera di Annabelle, la protagonista di Annabelle: Creation, Cranston è stato accolto dalla giuria del Giffoni per l’incontro di routine.

Con molta semplicità Cranston ha aperto il suo cuore alla giovanissima giuria del Giffoni, spaziando tra Breaking Bad ed altri importanti momenti della sua immensa carriera.

Alla domanda, Hai pianto per la fine di Breaking Bad? L’attore senza pensarci un attimo ha risposto:

“Anche io ho pianto per l’ultima puntata, ma non credo potesse avere un finale migliore”

Sulla scelta dei suoi ruoli, Cranston ha risposto così:

“Per me il punto di partenza è la storia, se non mi emoziona allora non se ne fa nulla. Stabilito questo, cerco di capire quale ruolo ha il mio personaggio nella vicenda e se è funzionale allo svolgimento dei fatti raccontati. Se tutto questo funziona allora sono pronto a farlo.”

Cranston ha detto la sua anche sulla diatriba cinema/serie tv, in merito al caso Netflix/Cannes, dichiarando che la comunità artistica dovrebbe aprirsi di più alle piattaforme del web perché regala una possibilità maggiore di crescita lavorativa.

Queste alcune foto scattate dal blue carpet del Giffoni Film Festival.