Archivi categoria: Box Office

Box Office Usa: Il weekend del 4 luglio va a Fast and Furious 9

Fast and Furious 9 – The Fast Saga ha vinto il suo secondo weekend di programmazione nel Nord America, ed ora viaggia sopra la quota dei 100 milioni di dollari nel Box Office Usa.

Nel weekend che celebra la Festa dell’indipendenza (durerà ben 4 giorni con il festivo di lunedì), gli americani hanno scelto di tornare di buon grado a riempire le sale cinematografiche, con la Universal Pictures protagonista con tre film sul podio del Box Office Usa.

In attesa di scoprire i dati ufficiale del lungo weekend dell’Indipendenza, arriveranno nella giornata di domani, è stato ancora Fast and Furious 9 il dominatore del botteghino. Per il nono capitolo della famosa saga action, infatti, il weekend classico è valso un incasso da 24 milioni di dollari (-65,7%), con una stima in quattro giorni di 32 milioni. Senza prendere in considerazione le stime per la giornata festiva di domani, F9 ha già totalizzato 117.1 milioni di dollari divenendo così il film più veloce a raccogliere la quota dei 100 milioni dallo scoppio della pandemia da Covid-19. A livello globale il film della Universal ha conquistato la cifra di 500.3 milioni di dollari, ed anche in questo caso si tratta di un traguardo storico, ossia quello del film col maggiore incassi dallo scoppio della pandemia.

Baby Boss 2 – Affari di famiglia ha esordito nel weekend al secondo posto, e lo ha fatto con 17.3 milioni di dollari in tre giorni e 23 milioni stimati col festivo di domani. Dati alla mano si tratta di un risultato al di sotto delle previsioni degli analisti, ma anche molto sotto gli incassi del primo capitolo, il quale esordì nel 2017 con ben 50 milioni di dollari. A tal proposito, la Universal è certa che il film avrà una buona tenuta nel corso delle prossime settimane.

La notte del giudizio per sempre ha ottenuto il terzo posto del Box Office Usa: il quarto capitolo della celeberrima saga horror ha esordito nel weekend con 12.75 milioni di dollari con un potenziale da 16 milioni col festivo di domani. Il resto della top five ha visto ancora A Quiet Place 2 con una buona tenuta a quota 4.22 milioni di dollari (totale 144.43 milioni) e The Hitman’s Wife’s Bodyguard al quinto posto con 3 milioni di dollari, ed un totale di 31.37 milioni.

Nel prossimo weekend sarà la volta dell’attesissimo Black Widow, il film dividerà l’esordio tra sale cinematografiche e piattaforma digitale Disney+.


Box Office Italia: A Quiet Place 2 vince il weekend d’esordio

Il caldo estivo e la Nazionale Italiana di calcio hanno rallentato la corsa del Box Office Italia, ma di certo non lo hanno fermato: A Quiet Place 2 ha vinto il weekend ed ha superato i 300 mila euro all’esordio.

Con un incasso complessivo che ha superato il milione di euro (1.056.601 euro per l’esattezza), il Box Office Italia torna a far segnare importanti punti di rivalsa dal giorno in cui le sale hanno riaperto. Non si tratterà di un risultato straordinario, ma viste le circostanze già segnalate (caldo estivo e ottavi di finali della Nazionale Italiana) ciò che viene fuori può essere considerato tutto oro che cola.

A vincere vincere il botteghino nazionale, l’ultimo del mese di giugno, è stato come detto A Quiet Place 2. Il sequel del successo sci-fi diretto da John Krasinski ha esordito con 328 mila euro, qualcosina in meno rispetto al primo capitolo, ma con la prospettiva di una tenuta migliore. La seconda posizione è stata raccolta da un’altra new entry, ossia Una Donna Promettente, il film ha raccolto 91 mila euro sovrastando di poco gli 87 mila euro di Crudelia, ora a quota 2 milioni di euro complessivi.

La top five del Box Office Italia è stata completata infine da The Conjuring: per ordine del Diavolo e Spirit – Il Ribelle, rispettivamente con incassi da 81 mila euro e 80 mila euro; per l’horror in particolare l’incasso complessivo è ora salito a quota 1.8 milioni.

Fonte: Cinetel


Box Office Usa: 70 milioni nel weekend d’esordio per Fast and Furious 9

Gli esercenti nordamericani hanno finalmente piazzato un colpo ferale ai servizi digitali: Fast and Furious 9 ha confermato le aspettative degli analisti, e vinto con 70 milioni il Box Office Usa.

La pandemia ha lasciato cicatrici profonde in tutti i settori commerciali, con i cinema costretti addirittura alla chiusura totale per mesi. Le sale cinematografiche, ad ogni modo, a piccoli passi stanno tornando a macinare soddisfazioni… ed ovviamente dollari. Risultati come quelli registrati da Fast and Furious 9 non possono che confermare la grande voglia di rinascita di un settore piegato dalla crisi. In attesa del prossimo test, che avverrà con Black Widow il 7 luglio, questo weekend sarà ricordato come il primo vero passo verso la piena normalità.

Poche ore fa il The Hollywood Reporter ha confermato che Fast and Furious 9 ha raccolto 70 milioni di dollari nel suo weekend d’esordio, il più alto incasso dall’inizio della pandemia, ma anche più alto in assoluto dall’uscita in sala di Star Wars: L’ascesa di Skywalker nel dicembre 2019. Come già anticipato nel nostro precedente aggiornamento sul Box Office Usa, le sale a disposizione del kolossal della Universal Pictures sono state circa 4179 (il numero più alto dall’inizio della pandemia), di cui alcune con un numero ridotto di spettatori, e questo sottolinea la bontà del risultato “da record” ottenuto da Toretto e company. Oltreoceano Fast and Furious 9 ha aperto anche in altri 22 mercati internazionali, ed ora vanta un bottino da 334,85 milioni di dollari e un incasso globale di 404,85 milioni di dollari.

In trend di incassi è chiaramente rivolto verso l’alto, basti pensare che la vittoria da 70 milioni ottenuta da Fast and Furious 9 segue quelle precedenti ottenute da Godzilla vs Kong e A Quiet Place 2. Ci vorrà ancora del tempo per tornare alla piena normalità, ma se questi sono i primi segnali, allora la strada intrapresa è quella giusta.

Fast 9 a parte, il Box Office Usa ha fatto registrare il secondo posto di A Quiet Place 2 con 6.2 milioni di dollari (totale 136.39 milioni), ed il terzo posto dell’action-movie The Hitman’s Wife’s Bodyguard con 4.88 milioni di dollari incassati nel suo secondo weekend (totale 25.87 milioni).


Box Office Usa: Fast and Furious 9 vola di venerdì con 30 milioni

Dall’esordio nordamericano di Fast and Furious 9 ci si aspettavano numeri importanti, ed in effetti l’ultimo Box Office Usa di giugno regalerà soddisfazioni.

Nel primo giorno di programmazione (anteprime incluse), il nono capitolo della saga Fast and Furious ha incassato la bellezza di 30 milioni di dollari. Le sale messe a disposizione per il film Universal Pictures sono state 4179 (il numero più alto dall’inizio della pandemia), di cui alcune con un numero ridotto di spettatori. Secondo gli analisti, a questo punto, le aspettative per il weekend d’esordio di Fast and Furious 9 si attendono cifre ben oltre i 70 milioni di dollari.

Se le previsioni fossero mantenute, Fast and Furious 9 diventerebbe il film col più alto incasso dell’era pandemica, ma anche il record movie da Star Wars: L’Ascesa di Skywalker a dicembre del 2019. Non resta che attendere nuovi aggiornamenti in merito.

FAST AND FURIOUS 9

PRODUZIONE: Il film è stato diretto da Justin Lin, con una sceneggiatura stata firmata da Daniel Casey. E’ stato prodotto invece da Neal H. Moritz, Vin Diesel, Jeff Kirschenbaum, Joe Roth, Justin Lin, Clayton Townsend e Samantha Vincent. CAST: Michelle Rodriguez, Tyrese Gibson, Chris “Ludacris” Bridges, Jordana Brewster, Nathalie Emmanuel e Sung Kang, al fianco delle attrici premiate con l’ Oscar® Helen Mirren e Charlize Theron. Fanno parte del cast di Fast & Furious 9 anche la superstar premio Grammy, Cardi B, nei panni del nuovo personaggio del franchise Leysa, una donna legata al passato di Dom, e il re del Reggaeton, Ozuna, in un ruolo cameo. USCITA: Nelle sale Usa dal 25 giugno 2021. In Italia dal 18 agosto 2021.

TRAMA: Il Dom Toretto di Vin Diesel sta conducendo una vita tranquilla fuori dal giro, con Letty e suo figlio, il piccolo Brian, ma sanno che il pericolo è sempre in agguato al di là del loro pacifico orizzonte. Questa volta, una nuova minaccia costringerà Dom a confrontarsi con i peccati del suo passato, se vuole salvare coloro che più ama. La sua squadra si riunisce nuovamente per fermare un complotto a risonanza mondiale guidato dal più abile assassino e pilota ad alte prestazioni che abbiano mai incontrato: il fratello rinnegato di Dom, Jakob (John Cena, l’imminente The Suicide Squad).


Box Office Usa: incassi da brividi per le anteprime di Fast and Furious 9

Nella giornata di ieri Fast and Furious 9 – The Fast Saga ha esordito con cifre importanti nelle sale Usa, ora le previsioni sembrano anticipare un esordio nel Box Office Usa da record.

Proiettato in circa 3100 sale del Nord America, il nono capitolo dell’adrenalinica saga ha portato nelle casse della Universal Pictures una cifra stimata di 7.1 milioni di dollari. Dalla giornata di domani (il primo giorno del weekend canonico) la distribuzione prevederà un’espansione a 4179 sale, la più ampia dall’inizio della pandemia.

Dati alla mano, gli analisti prevedono un esordio per Fast and Furious 9 – The Fast Saga da circa 60 milioni di euro, un risultato superiore a quello fatto registrare da A Quiet Place 2 (57 milioni nei quattro giorni della festa del Memorial Day), ad oggi il “record-movie” del post-Pandemia, ed in linea con quello ottenuto anni prima dallo spin-off Hobbs and Shaw. Non resta che attendere la risposta del pubblico americano nei prossimi giorni.

Ad oggi Fast and Furious 9 – The Fast Saga ha già incassato 292 milioni di dollari dai mercati internazionali in cui ha esordito fino ad oggi, mercato cinese incluso. In Italia il film esordirà il 18 agosto.

FAST AND FURIOUS 9

PRODUZIONE: Il film è stato diretto da Justin Lin, con una sceneggiatura stata firmata da Daniel Casey. E’ stato prodotto invece da Neal H. Moritz, Vin Diesel, Jeff Kirschenbaum, Joe Roth, Justin Lin, Clayton Townsend e Samantha Vincent. CAST: Michelle Rodriguez, Tyrese Gibson, Chris “Ludacris” Bridges, Jordana Brewster, Nathalie Emmanuel e Sung Kang, al fianco delle attrici premiate con l’ Oscar® Helen Mirren e Charlize Theron. Fanno parte del cast di Fast & Furious 9 anche la superstar premio Grammy, Cardi B, nei panni del nuovo personaggio del franchise Leysa, una donna legata al passato di Dom, e il re del Reggaeton, Ozuna, in un ruolo cameo. USCITA: Nelle sale Usa dal 25 giugno 2021. In Italia dal 18 agosto 2021.

TRAMA: Il Dom Toretto di Vin Diesel sta conducendo una vita tranquilla fuori dal giro, con Letty e suo figlio, il piccolo Brian, ma sanno che il pericolo è sempre in agguato al di là del loro pacifico orizzonte. Questa volta, una nuova minaccia costringerà Dom a confrontarsi con i peccati del suo passato, se vuole salvare coloro che più ama. La sua squadra si riunisce nuovamente per fermare un complotto a risonanza mondiale guidato dal più abile assassino e pilota ad alte prestazioni che abbiano mai incontrato: il fratello rinnegato di Dom, Jakob (John Cena, l’imminente The Suicide Squad).


Box Office Italia: esordio subito giovedì per A Quiet Place 2

Il fenomeno A Quiet Place 2 si è abbattuto sull’Italia: ieri il nuovo film di John Krasinski ha esordito nelle sale italiane con un primo posto che fa ben sperare per il weekend intero.

Dopo esser divenuto il maggior incasso in assoluto dall’inizio della pandemia nel Box Office Usa, lo sci-fi A Quiet Place 2 ieri ha esordito nel Box Office Italia con un giovedì da 170 mila euro, più del doppio dell’incasso complessivo di giornata (152 mila euro). Difficile fare previsioni per il weekend intero, anche perchè tra caldo estivo e la Nazionale di calcio impegnata sabato i risultati potrebbero essere leggermente falsati.

A QUIET PLACE 2

PRODUZIONE: A Quiet Place 2 sarà firmato e diretto da John Krasinski. Il primo capitolo ha raccolto un grandissimo successo di critica e pubblico. La storia ruotava intorno ad un famiglia sopravvissuta al quasi sterminio della vita sulla Terra a causa dell’invasione di una terrificante razza aliena. L’incasso Worldwide è stato 340.9 milioni di dollari. CAST: Emily Blunt, Cillian MurphyMillicent Simmonds, Djimon Hounsou e Noah Jupe, John Krasinski. DISTRIBUZIONE: Nelle sale Usa dal 28 maggio 2021. In Italia dal 24 giugno.

TRAMA: Dopo i tragici eventi avvenuti a casa, la famiglia Abbott (Emily Blunt, Millicent Simmonds, Noah Jupe) deve ora affrontare il terrore del mondo esterno mentre continua la propria lotta per la sopravvivenza in silenzio. Costretti ad avventurarsi nell’ignoto, capiscono molto rapidamente che le creature che cacciano utilizzando il suono non sono l’unica minaccia in agguato oltre il sentiero di sabbia.


Box Office Italia: la Nazionale frena gli incassi, vince ancora The Conjuring 3

La Nazionale di Roberto Mancini ha contribuito ad abbassare notevolmente gli incassi complessivi del Box Office Italia, ma è evidente che la mancanza di titoli di grido non poteva prospettare risultati migliori.

Nessun film in classifica è riuscito a raggiungere nel weekend la quota dei 200 mila euro. The Conjuring: per ordine del Diavolo, per esempio, ha vinto il botteghino senza sforzi, piazzando un incasso misero da 161 mila euro, ed ora viaggia a quota 1.7 milioni di euro, a questo punto sembra difficile prevedere il superamento della soglia dei 2 milioni per l’horror prodotto da James Wan.

La più alta nuova entrata del weekend è stata Spirit – Il ribelle, il cui esordio è valso 160 mila euro, ad un passo dalla vetta, ottenendo tra l’altro la seconda media per sala della top ten. In terza posizione, invece, spazio per Crudelia con 141 mila euro, ed un totale di 1.8 milioni. Gli altri due debutti del weekend non ha fatto di certo meglio: Spiral – l’eredità di Saw ha raccolto 131 mila euro in quattro giorni, mentre Monster Hunter solo 65 mila euro, rispettivamente in quarta e quinta posizione.

INCASSI ITALIA 17-20 GIUGNO 2021

  1. THE CONJURING – PER ORDINE DEL DIAVOLO – € 161.189 / € 1.696.425
  2. SPIRIT – IL RIBELLE – € 160.516 / € 160.516
  3. CRUDELIA – € 141.788 / € 1.870.305
  4. SPIRAL – L’EREDITÀ DI SAW – € 131.311 / € 151.239
  5. MONSTER HUNTER – € 65.507 / € 65.507

Fonte: Cinetel


Box Office Usa: incassi ancora in calo, vince il weekend The Hitman’s Wife’s Bodyguard

Gli incassi complessivi del Box Office Usa continuano a calare, e neppure la commedia d’azione The Hitman’s Wife’s Bodyguard riesce a risollevare la situazione.

Come da previsione, la situazione incassi nel mercato nordamericano non ha subito enormi scossoni, anzi il segno continua ad essere negativo nonostante l’approdo in sala di film capaci di catalizzare l’attenzione come The Hitman’s Wife’s Bodyguard. Dati alla mano, infatti, l’incasso complessivo registrato nel weekend è stato 45.12 milioni di dollari, mentre erano 55.56 milioni (già in calo rispetto al weekend ancora precedente) quelli intascati dal mercato appena sette giorni prima. L’impressione, a questo punto, è che il pubblico americano attenda i classici blockbusters estivi (Black Widow su tutti) per tornare in sala in massa.

Statistiche in calo a parte, il Box Office Usa ha comunque visto un film incassare più degli altri, stiamo parlando di quel The Hitman’s Wife’s Bodyguard atteso prima della pandemia nel 2020, ma poi spinto in sala solo ora. L’incasso registrato nel weekend dall’action comedy è stato 11.67 milioni di dollari, che diventano 17.02 milioni prendendo in considerazione le anteprime e le uscite del giovedì. Lo score non è comunque fallimentare, e questo perchè le previsioni degli analisti puntavano su un esordio da 20 milioni comprese le anteprime, ma anche perchè la critica aveva già bocciato il film.

Chi, invece, ha continuato a regalare gioie e sorrisi è senza dubbio A Quiet Place 2 (la recensione). Il film diretto da John Krasinski ha raccolto nel weekend altri 9.4 milioni di dollari, ed ora il totale sorprendente è salito a quota 125.25 milioni, a questo punto è lecito pensare che il traguardo dei 150 milioni sia oramai dietro l’angolo. Non male in epoca post-Pandemia.

Anche Peter Rabbit 2: Un Birbante in Fuga ha tenuto bene rispetto al weekend precedente: l’incasso ottenuto nel weekend dal fantasy movie è stato 6.1 milioni di dollari (calo inferiore al 35%), per un totale di 20.32 milioni in dieci giorni. The Conjuring: per ordine del Diavolo ha incassato altri 5.15 milioni di dollari, ed ora viaggia sopra i 50 milioni di incasso complessivo (53.6 milioni). La quinta piazza del Box Office Usa è andata, infine, a Crudelia con un incasso da 5.1 milioni di dollari, per un totale di 64.73 milioni.


Box Office Italia: Il caldo e gli Europei affossano gli incassi nel weekend

I primi caldi estivi e l’inizio dei campionati europei di calcio hanno affossati gli incassi nel secondo weekend di giugno. La vittoria del Box Office Italia di The Conjuring 3 è valso 300 mila euro circa.

Dopo alcuni weekend capaci di lasciar intravedere la luce oltre il tunnel, il Box Office Italia torna a far registrare incassi ben al di sotto delle aspettative (o per meglio dire “speranze”). L’incasso complessivo ottenuto dal mercato cinematografico nel weekend è valso 1.1 milioni di euro, ben mezzo milione in meno rispetto al precedente weekend. Come già sottolineato in precedenza, a pesare sul calo i primi caldi estivi, l’inizio dei campionati europei, ma anche la mancanza di nuove uscite capaci di attirare l’attenzione. Per la serie… verranno tempi migliori!

The Conjuring: per ordine del Diavolo ha tenuto la prima posizione del botteghino nazionale con un nuovo incasso da 319 mila euro, per un totale di 1.4 milioni in dieci giorni di programmazione. Crudelia ha raccolto il secondo posto con un incasso di 233 mila euro, che diventano 1.6 milioni dall’inizio della sua programmazione in sala. La terza piazza del podio del Box Office Italia è andata invece alla più alta new entry del weekend, ossia a Run il cui incasso è valso poco meno di 100 mila euro in quattro giorni. Infine registriamo l’esordio magro di Comedians (di Gabriele Salvatores) con 73 mila euro.

Fonte: Cinetel


Box Office Usa: Vince ancora A Quiet Place 2, deludono le novità del weekend

Dopo alcuni weekend di grande impatto, il Box Office Usa fa segnare un piccolo passo indietro, a deludere le new entries Sognando a New York e Peter Rabbit 2.

Nonostante un buon numero di novità, il botteghino statunitense non decolla nel weekend e fa segnare un leggero effetto dietrofront. Nulla di preoccupante, solo una leggera battuta d’arresto.

A vincere il Box Office Usa è stato A Quiet Place 2, il cui nuovo balzo in testa è arrivato dopo il secondo posto alle spalle di The Conjuring 3 ottenuto lo scorso weekend. Il nuovo incasso ottenuto da A Quiet Place 2 è valso un primo posto da 11.65 milioni di dollari, ed un totale di 108.99 milioni di dollari, divenendo così il primo film in assoluto a raggiungere – e superare – la quota dei 100 milioni dall’avvento della pandemia. Ad aiutare, un calo delle visite contenuto che non ha neppure superato il 40%.

La prima delusione del weekend è arrivata dal tanto pubblicizzato Sognando a New York – In The Heights, il musical diretto da Jon M. Chu capace solo di incassare 11.4 milioni di dollari. Il risultato ottenuto è da considerare ampiamente sotto le aspettative degli analisti, i quali davano il film ben sopra i 20 milioni al debutto. In terza posizione si è posizionata la seconda delusione del weekend, stiamo ovviamente parlando di Peter Rabbit 2: Un Birbante in Fuga il cui incasso si è fermato a quota 10.4 milioni di dollari, con una media per sala di poco superiore ai 3 mila dollari. Anche in questo caso si tratta di un risultato al di sotto delle aspettative.

The Conjuring: per ordine del Diavolo ha conquistato il quarto posto – dopo aver vinto il weekend scorso – e lo ha fatto incassando altri 10.02 milioni di dollari, ed ora viaggia a quota 43.8 milioni. Il fantasy Crudelia ha chiuso in quinta posizione con un nuovo incasso da 6.74 milioni di dollari, ed un totale di 56 milioni.

Box Office Italia: l’horror The Conjuring 3 guida la classifica nel weekend

Così come accaduto negli Usa, l’horror The Conjuring 3 ha vinto il Box Office Italia nel suo weekend d’apertura. Per il nuovo capitolo della saga nota come ConjuringVerse si tratta dell miglior risultato dalle riaperture post-pandemia.

Ebbene si, il genere horror riporta il pubblico italiano nelle sale quasi in massa. L’esordio di The Conjuring: per ordine del Diavolo (qui la recensione) è valso il primo posto del botteghino con incasso di 614 mila euro (il migliore in assoluto dalla riapertura delle sale in Italia). Complessivamente, tenendo conto del fatto che il film ha esordito di mercoledì, lo score nel primo weekend di programmazione del film di Michael Chaves sale a quota 785 mila euro.

Il nuovo live-action Crudelia (qui la recensione) si è tenuto il secondo posto con un incasso di 410 mila euro (calo del 10%) ed un totale 1.2 milioni di euro. In terza piazza spazio ancora una volta per The Father – Nulla è come sembra con 195 mila euro ed un totale di 628 mila euro.

INCASSI ITALIA 3-6 GIUGNO 2021

  1. THE CONJURING – PER ORDINE DEL DIAVOLO – € 614.042 / € 785.435
  2. CRUDELIA – € 410.812 / € 1.210.198
  3. THE FATHER – NULLA È COME SEMBRA – € 195.335 / € 628.544
  4. IL CATTIVO POETA – € 75.224 / € 546.124
  5. 100% LUPO – € 65.088 / € 284.592

Fonte: Cinetel


Box Office Usa: The Conjuring 3 spaventa A Quiet Place 2 e vince il weekend

Il mercato cinematografico nordamericano sta tornando velocemente ai suoi precedenti fasti. Nel primo weekend di giugno il Box Office Usa ha visto trionfare The Conjuring 3 con quasi 25 milioni, e A Quiet Place 2 protagonista di una discreta tenuta.

Nonostante un debutto in contemporanea su HBO Max (totalmente gratuito per gli abbonati), The Conjuring: per ordine del Diavolo (qui la nostra recensione) ha impressionato gli analisti, ed ha incassato la bellezza di 24.01 milioni di dollari con una media per sala di quasi 8 mila dollari (3102 sale a disposizione). Per il nuovo capitolo della saga nota come ConjuringVerse si tratta di un ottimo score visto i “tempi che corrono”, a tal proposito infatti va ricordato che Annabelle 3 (uscito nel periodo precedente all’emergenza pandemica) al suo esordio aveva incassato 20 milioni di dollari. Nel resto del mondo The Conjuring: per ordine del Diavolo ha incassato altri 26.8 milioni di dollari, ed ora vanta un totale nel Box Office Worldwide da 57.2 milioni.

A Quiet Place 2 nel weekend ha perso il comando del botteghino nazionale, ma piazzando un altro incasso importante da 19.5 milioni di dollari (-59%). Complessivamente il thriller sci-fi ha già raccolto 88.61 milioni e si avvia a divenire il primo film in assoluto a raggiungere la quota dei 100 milioni di dollari complessivi nel Box Office Usa nell’era pandemica. Con gli incassi dei mercati internazionali lo score è salito a quota 138.61 milioni di dollari.

In terza posizione è sceso invece Crudelia: il live-action Disney (la nostra recensione) ha raccolto altri 11.24 milioni di dollari per un totale di 43.68 milioni di dollari. Anche in questo caso va sottolineato che si tratta di una “distribuzione ibrida“, con la Disney che ha deciso di distribuire il film al Cinema ma anche su Disney+ con Accesso VIP (nessun dettaglio sugli incassi ottenuti dal servizio digitale al momento è stato riferito).

Nel weekend americano ha esordito anche il film d’animazione Spirit – Il ribelle (sequel di Spirit – Cavallo Selvaggio del 2002) con un incasso stimato di 6.2 milioni di dollari.