Wonder Woman vince per la seconda volta il Box Office Usa, a farne le spese il debole esordio dell'atteso La Mummia, solo 32 milioni il primo capitolo del Dark Universe, salavato solo dal mercato internazionale, sono questi i verdetti del weekend di cinema appena terminato.

Il cinecomic Wonder Woman non fallisce l'obiettivo con il suo secondo weekend di programmazione negli Usa, vince botteghino e stende la new entry La Mummia senza problemi. Il suo incasso è stato di 57,18 milioni di dollari, con un calo rispetto al weekend d'esordio abbastanza contenuto (-44%) ed un totale che sfonda il muro dei 200 milioni di dollari (205 milioni per la precisione). Nel resto del mondo Diana Prince continua a stupire, la quota del mezzo miliardo si avvicina a grandi falcate, siamo infatti già a quota 435 milioni.

Delusione in casa Universal Pictures, ma oramai era solo un dato di fatto dopo le previsioni dei giorni scorsi. La Mummia ha esordito con 32,24 milioni di dollari, finendo per ritagliarsi la nomea di primo flop del mese di giugno con un budget da oltre 120 milioni di dollari. A salvare la "baracca" il mercato internazionale, dove il film ha incassato 141,8 milioni di dollari per un totale Worldwide di 174,04 milioni di dollari, non proprio un risultato deludende tutto sommato.

Leggete qui la N0stra Recensione di La Mummia.

Il podio del Box Office Usa è completato da Capitan Mutanda con 12,3 milioni ed un totale di 44,56 milioni di dollari. Al quarto posto resiste Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar con 10,71 milioni e 135,73 milioni complessivi, sempre più lontano dai risultati fatti registrare dagli ultimi capitoli. Guardiani della Galassia vol. 2 si posiziona al quinto posto con un incasso di 6,24 milioni ed un totale di 366,36 milioni, sempre più nella scia del complessivo fatto registrare da Captain America: Civil War (408,08 milioni). Nel resto della classifica registriamo l'esordio discreto dell'horror It Comes at Night con 6 milioni netti.