Nel weekend post-nominatios Oscar, il Box Office Usa, l’ultimo del mese di gennaio, ha visto trionfare ancora una volta il thriller Split, battuti A Dog’s Purpose ed il sesto capitolo della saga Resident Evil.

Il thriller di M. Night Shyamalan torna a vincere il botteghino nordamericano, non solo per il buon passaparola del pubblico, ma soprattutto per una debolezza spaventosa dei competitor in programmazione. Il primo posto di Split vale 26,26 milioni ed un totale sorprendente di 78 milioni, ricordiamo che il budget si aggira sui 9 milioni.

Anche se perde un po’ di milioni a causa delle polemiche del Peta su alcune difficoltà passate dal cane protagonista sul set, il secondo posto di A Dog’s Purpose vale comunque 18,38 milioni all’esordio, si tratta di un buon risultato visto il basso costo del budget (22 milioni).

Delude oltremodo al quarto posto Resident Evil: The Final Chapter, l’ultimo capitolo della saga horror incassa infatti solo 13,85 milioni, si tratta del peggiore esordio della saga nel mercato nordamericano, non che gli altri capitoli avessero fatto tanto meglio, Afterlife per intendersi detiene il più alto esordio, 26 milioni.

Al terzo posto si piazza Il Diritto di Contare con altri 14 milioni incassai, al momento il totale sale a quota 104 milioni. Lo stesso traguardo (quello dei 100 milioni totali) lo raggiunge La La Land con i 12 milioni del weekend.