La corsa al successo di Black Panther non si ferma più. Il cinecomic Marvel ha incassato oltre 100 milioni nel suo secondo weekend nel Box Office Usa, assicurandosi tra l'altro un altro importante record.

Con un calo inferiore al 50%, Black Panther si è mantenuto in testa al botteghino americano grazie ad un nuovo straordinario incasso. Per la mitica Pantera Nera l'incasso nel weekend è stato di 108,04 milioni di dollari, con un totale di 400 milioni di dollari in soli dieci giorni. Volendo entrare nel merito della statistica legata al Box Office Usa, si tratta del quarto film in assoluto a piazzare un secondo weekend da oltre 100 milioni, in precedenza lo avevano fatto Star Wars: Il Risveglio della Forza (149,2 milioni), Jurassic World (106,6 milioni) e The Avengers (103,1 milioni).

Riguardo al complessivo maturato, ovvero i 400 milioni di dollari sopra citati, Black Panther diventa il primo capitolo del Marvel Cinematic Universe a raggiungere tale cifra in soli 10 giorni, The Avengers ci aveva messo ben 14 giorni; nella storia del Box Office Usa poi, si tratta del secondo film dietro Star Wars: Il Risveglio della Forza, a pari merito con Jurassic World.

Nel Box Office International il cinecomic Marvel ha aggiunto altri 83,8 milioni di dollari al suo incasso complessivo, ora salito a quota 304 milioni di dollari, per un totale Worldwide di ben 704 milioni, con Regno Unito (41 milioni) e Corea del Sud (36 milioni) a guidare gli incassi internazionali.

Nel resto della classifica del Box Office Usa si registra il discreto esordio di Game Night con 16,6 milioni, e quello quasi pessimo di Annientamento - il nuovo film di Alex Garland - il quale supera di poco i 10 milioni (11 milioni per l'esattezza). Tra i due film in classifica si posiziona al terzo posto Peter Rabbit con 12,54 milioni nel weekend, e 71,29 milioni complessivamente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.