Nel weekend in cui Rogue One ha raggiunto quota 1 miliardo di dollari di incasso nel Box Office Worldwide, negli Stati Uniti d'America è stato Split a rubare la prima pagina, il thriller di M. Night Shyamalan ha infatti dominato il Box Office Usa.

Le 24 personalità di James McAvoy hanno conquistato il pubblico giovane del Nord America, tanto da raccogliere in tre giorni ben 40,2 milioni di dollari ed una media per sala superiore ai 13 mila dollari. Per M. Night Shyamalan non si tratta del suo maggior esordio nel botteghino nordamericano, ma poco ci manca, in testa a questa particolare statistica rimangono infatti tre film, ossia Signs, The Village e L'ultimo Dominatore dell'Aria, i primi due con 60 e 50 milioni di dollari, il terzo con soli 100 mila dollari più di Split.

Apre al secondo posto, e con un risultato tutt'altro che positivo, xXx - Il Ritorno di Xander Cage, l'incasso in questo caso è stato di 20 milioni netti, più della metà di quanti incassati dal primo capitolo con Vin Diesel (44,5 milioni) e quasi 8 in più di quelli raccolti dal secondo capitolo con Ice Cube protagonista, il costo relativamente contenuto del film (80 milioni circa) riuscirà di certo a non etichettarlo come un flop.

Al terzo posto del Box Office Usa resiste con ancora buoni risultati Il Diritto di Contare, il calo rispetto al weekend scorso è stato del 22% e l'incasso di 16,25 milioni porta il totale sorprendente a quota 84,23 milioni, dimostrazione che il pubblico ha apprezzato, almeno quanto la critica, il film lanciato verso il successo agli Oscar 2017.

Nel resto della classifica registriamo il raggiungimento di quota 250 milioni complessivi di Sing e l'esordio tutt'altro che straordinario di The Founder, quest'ultimo capace di incassare solo 3,75 milioni nel suo esordio in sala.

Nel prossimo post parleremo invece di Rogue One e del suo raggiungimento del miliardo di dollari nel Box Office Worldwide.