Il rilancio della saga cinematografica Terminator non ha dato i risultati sperati. Destino Oscuro ha vinto il Box Office Usa, ma con incassi sotto le aspettative.

Nonostante la presenza di James Cameron (creatore della saga) in cabina di produzione, Terminator: Destino Oscuro non ha brillato all'esordio nel botteghino nazionale. Costato 180 milioni di dollari, il sequel diretto di Terminator 2: Il Giorno del Giudizio non ha neppure superato i 30 milioni nel weekend. L'incasso maturato è stato 29.2 milioni di dollari, troppo pochi per un film che avrebbe dovuto essere considerato il rilancio di una saga oramai sempre più snobbata dai fan.

Paradossalmente nel resto del mondo le cose sembrano andare meglio, con ben 94.6 milioni di dollari incassati nel Box Office International, per un totale di 123.6 milioni Worldwide. Il film ha già esordito in Cina, piazzando uno score da 28 milioni.

Joker ha raccolto ancora un secondo posto, e questa volta con un incasso di 13.9 milioni di dollari, per un totale monster da 299.6 milioni. Entro domani, con il riconteggio degli incassi, il film potrebbe superare la soglia dei 300 milioni nel Box Office Usa. A livello globale, il cinecomic DC ha raggiunto e superato la quota dei 900 milioni, per la precisione i milioni dovrebbero essere 934.

La terza posizione è andata a Maleficent - Signora del Male con un incasso di 12.1 milioni di dollari, ed un totale di 84 milioni a livello nazionale. Quarto posto all'altro esordiente Harriet, il cui incasso è stato 12 milioni di dollari, ben più di quello che si sperava prima dell'uscita in sala. Mentre il quinto è andato a La Famiglia Addams con un nuovo incasso da 8.4 milioni di dollari, ed un totale di 85.2 milioni.