L'esordio americano di IT: Capitolo Due non sarà da record, ma strappa comunque applausi, e fa respirare un Box Office Usa assopito dopo un agosto nero.

Nel weekend d'esordio negli Usa, IT: Capitolo Due ha esordito con un incasso di 91 milioni di dollari, raccolto grazie ad una media per sala di poco inferiore ai 20 mila dollari. A livello internazionale il film ha esordito con 94 milioni di dollari nei 75 mercati in cui è stato programmato, per un totale Worldwide di 185 milioni.

Il confronto con la prima parte è palesemente negativo, a tal proposito ricordiamo che nel 2017 l'horror IT aveva esordito con uno straordinario score da 123.4 milioni di dollari, divenendo il maggior incasso della storia americana, relativamente al genere horror. Ciononostante, l'incasso di IT: Capitolo Due è tale da consegnare nelle mani del tandem New Line/Warner Bros un nuovo incredibile successo. Statisticamente si tratta del secondo più alto incasso del mese di settembre, così come lo è anche per il genere horror... e indovinate al primo posto chi continua a trionfare? Ovviamente IT.

Tra i vari fattori che spiegano il "calo degli incassi" rispetto al primo capitolo, possiamo citare la durata maggiorata del sequel (2 ore e 49 minuti) che ha abbassato il numero di spettacoli rispetto al primo capitolo. Ma anche un'accoglienza peggiore da parte della critica, come sempre segnalata da Rotten Tomatoes (86% di IT contro il 67% del sequel). Ovviamente ci sarà da attendere i risultati delle prossime settimane per capire quale possa essere la forbice reale tra i due film.

La seconda posizione del Box Office Usa è andata a Attacco al Potere 3 - Angel has Fallen, il cui incasso è stato 6 milioni di dollari, per un totale di 53.46 milioni. Al terzo posto si è riconfermato Good Boys, la teen comedy ha incassato altri 5.39 milioni di dollari, per un totale di 66.84 milioni.