Nei giorni scorsi il The Hollywood Reporter ha riportato sul web la notizia relativa alla brusca interruzione delle riprese di Bohemian Rhapsody, causa l'assenza ingiustificata sul set del regista Bryan Singer. Bene, ora la situazione è diventata disastrosa, il regista è stato licenziato.

Attraverso una nota ufficiale diramata da 20th Century Fox, è noto che Bryan Singer è stato licenziato dalla regia di Bohemian Rhapsody a causa degli attriti nati sul set del film con Rami Malek, il protagonista del film. La fonte del THR descrive i litigi tra il regista ed il protagonista quasi come risse da strada, con violenze verbali e lanci di oggetti sul set. Secondo alcune fonti interne alla produzione, pare che le continue sparizioni di Singer dal set abbiano portato anche Tom Hollander (l'interprete nel film del manager dei Queen) ad abbandonare la produzione, nervoso per la mancanza di professionalità del regista.

Ora, con il licenziamento di Bryan Singer, la Fox dovrà ingaggiare un sostituto per le ultime 2/3 settimane di riprese che mancavano all'appello.

Bohemian Rhapsody sarà scritto da Anthony McCarten. La regia sarà di Bryan Singer (prima del licenziamento a produzione in corso). Nel cast Rami Malek (Freddie Mercury), Joe Mazzello (Joe Deacon), Ben Hardy (Roger Taylor), Gwilym Lee (Brian May), Lucy Boynton, Aidan Gillen, Tom Hollander.

Il film arriverà nelle sale il 25 dicembre 2018.