Impegnato su tantissimi fronti, Cinema, Teatro e Televisione, il bravissimo Benedict Cumberbatch a quanto pare ha trovato il tempo di dedicarsi anche al mestiere di narratore, egli sarà infatti la voce di un documentario che riguarda molto da vicino coloro che, come colui che vi scrive, abitano a Napoli.

Il The Hollywood Reporter ha confermato oggi che l’attore britannico ha firmato per dare la voce a Napoli 44, un docu-film diretto dal regista partenopeo Francesco Patierno ed ambientato a Napoli durante la liberazione dai nazisti del 1944.

Cumberbatch nel docu-film avrà il compito dare voce ai racconti scritti dal giovane ufficiale inglese Norman Lewis, giunto a Napoli nel 1943 con la Quinta Armata con l’obiettivo di debellare la minaccia nazista.

Giudicato dal The Saturday Review come uno dei 10 libri ambientati durante la Seconda Guerra Mondiale da leggere assolutamente, Napoli 44 da voce al racconto di una città che, nonostante l’oppressione nazista, mostrò voglia di sopravvivere e dare sfogo a sprazi di vita normale, talvolta con sotterfugi non proprio legali (prostituzione, furti e contrabbando), ma soprattutto con anima, cuore, coraggio e fede nei miracoli.

La scelta di Benedict Cumberbatch rappresenta un grande onore per chi, come chi vi scrive abita in quel di Napoli, ma soprattutto per chi ha vissuto la realtà di una guerra cruda come la Seconda Guerra Mondiale anche lontano dalla città partenopea, ma in contesti simili.