L’argomento del sessismo a Hollywood è uno dei più chiacchierati e problematici degli ultimi anni. Oltre al problema del (presunto) razzismo da parte dell’Academy (vi ricordate Oscars So White l’anno scorso?), bisogna tener presente anche quello del sessismo.

L’attrice Anna Kendrick ha detto la sua durante un’intervista rilasciata al magazine Glamour in cui ha espresso l’opinione che vede le attrici come privilegiate.

Ecco quanto ha detto l’attrice:

“E’ strano perché mi sembra che tutti vogliano la ‘mia opinione da esperta’ su queste tematiche. Se si vuole imparare qualcosa riguardante il femminismo nei vari settori bisognerebbe leggere i saggi di Roxane Gay, non chiedere a me. Mi viene chiesto di esprimere la mia opinione su questi argomenti quando invece anche io sto cercando di capirli e studiarli. Non dovrebbe essere la conversazione più importante sul sessismo perché nessuno vuole realmente sentir parlare delle fottute attrici su questo argomento, perché noi siamo in una posizione talmente privilegiata!”.

Non tanto una velata critica al sessismo di Hollywood, o presunto tale, quanto uno j’accuse contro la continua richiesta di pareri su questo argomento, quasi a voler fomentare la discussione invece di concentrarsi su altri problemi. Come ha detto l’attrice:

“Mi piacerebbe sentir parlare di più del sessismo che esiste in altri campi e di come possiamo risolvere quei problemi, ma continuano a chiedere a noi attrici di parlarne”.