Al via sabato 15 settembre l’VIII edizione del Roma Creative Contest, il Festival Internazionale di cortometraggi di Roma realizzato dalla casa di produzione Image Hunters che dal 2014 vanta, come Presidente Onorario, il regista Premio Oscar® Giuseppe Tornatore e che negli anni ha lanciato decine di registi italiani (da Gabriele Mainetti, a Sydney Sibilla, Piero Messina e Alessandro Capitani).

L’ottava edizione del Roma Creative Contest avrà come claim “Renditi Corto”, rappresentato nella locandina ufficiale creata dal giovane artista romano Manfredi Ciminale e si svilupperà in quattro date tra il Teatro Vittoria (sabato 15 e mercoledì 19 settembre), il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo (domenica 16 settembre) e l’Auditorium Parco della Musica (sabato 22 settembre).

Presidente della giuria di questa nuova edizione, che come ogni anno sarà composta da nomi illustri e maestranze del cinema italiano, sarà uno dei registi italiani più amati del momento: Sydney Sibilia, che nel 2011 debuttò proprio alla prima edizione del Roma Creative Contest vincendo il Premio del Pubblico con il cortometraggio Oggi gira così.

Insieme a lui, a giudicare i tantissimi cortometraggi provenienti da tutto il mondo saranno Sabina Guzzanti, Stefano Fresi, Ninni Bruschetta e Vittoria Puccini.

Il Teatro Vittoria, situato nello storico quartiere di Testaccio, ospiterà le proiezioni dei cortometraggi in gara e di quelli fuori concorso: il 15 e il 19 settembre, a partire dalle ore 20:30, il pubblico avrà l’opportunità di scoprire e soprattutto di esprimere il proprio giudizio sui cortometraggi della selezione ufficiale che si sfideranno nelle 3 sezioni competitive:

Miglior Corto Italiano (Bautismo di Mauro Vecchi, Denise di Rossella Inglese, F**k Different di David Barbieri, Parru Pi Tia di Giuseppe Carleo, Pater Familias di Giacomo Boeri, Si sospetta il movente passionale con l’aggravante dei futili motivi di Cosimo Alemà)

Miglior Corto Internazionale (A Father’s Day di Mat Johns, Einstein-Rosen di Olga Osorio, Taking Stock di Duncan Cowles, The Arrival di Jocelyn Deboer e Dawn Luebbe)  Miglior Corto di Animazione (Bingo di Patrick Schoenmaker, Double King di Felix Colgrave, Happiness di Steve Cutts, Inanimate di Lucia Bulgheroni).

Per la sezione Corti Italiani verranno assegnati premi di produzione per un valore di 50.000 euro.

Tra i premi tecnici anche Miglior Sceneggiatura, Miglior Attore, Miglior Attrice, Miglior Fotografia e Miglior Musica Originale. Ad arricchire il palmarès dei riconoscimenti assegnati dal Festival, due prestigiosi Premi: il Premio Leone Film Group e il Premio del pubblico.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.