Al via la ripresa delle produzioni cinematografiche in California

Il lockdown relativo alle produzioni cinematografiche in California è oramai pronto ad essere annullato, ad annunciarlo un documento ufficiale.

Dopo mesi di stop forzato, le produzioni cinematografiche, televisive e musicali possono riprendere – nel rispetto della sicurezza – in California, e questo potrà accadere a partire dal 12 giugno prossimo.

La decisione è arrivata – anche abbastanza in ritardo rispetto alle prime stime – per la gioia degli addetti ai lavori, oramai fermi al palo a causa dell’emergenza da Covid-19.

Ecco un estratto del decreto:

La produzione cinematografica, televisiva e musicale può riprendere in California, non prima del 12 giugno, e previa l’approvazionne degli ufficiali di pubblica sanità della contea dove si svolgeranno le attività, sulla base dei dati epidemiologici locali inclusi casi per 100,000 persone, indice della positività ai test e capacità di gestire la pressione sanitaria in caso di picchi, di seguire il contact tracing e di testare.

Per ridurre il rischio di trasmissione del COVID-19 le produzioni, i cast, le troupe e gli altri impiegati dell’industria devono seguire protocolli sanitari approvati dai sindacati e dall’amministrazione, che potrebbero essere accompagnate da ulteriori indicazioni degli ufficiali di pubblica salute. Lo staff di ufficio e amministrazione deve aderire alle linee guida sugli uffici pubblicati dal California Department of Public Health e dal California Department of Industrial Relations.

Ovviamente la situazione andrà comunque monitorata nei prossimi giorni, anche perchè nella contea di Los Angeles alcuni giorni fa si è riscontrato un leggero aumento del numero dei ricoverati. Niente di preoccupante, ma la sicurezza DEVE essere al centro dell’attenzione.


Lascia un Commento...