Quest’oggi vi parleremo del documentarioFor the Love of Spock“, il tributo a Leonard Nimoy  colui che ha dato viata al Dr. Spock, uno dei personaggi più rappresentativi se non il più rappresentativo dell’universo Star Trek.

Il  Trieste Science+Fiction Festival celebrerà quest’anno i cinquant’anni di Star Trek con la proiezione di For the Love of Spock, il docu-film diretto dal figlio del grande Leonard Nimoy, Adam Nimoy, il quale sarà presente a Trieste martedì 1 novembre.

Un documentario unico nel suo genere, che appassionerà i fan di Star Trek di tutto il mondo, For The Love of Spock racconta infatti la vita di Spock e di Leonard Nimoy, l’attore che gli ha prestato il volto per quasi 50 anni. Il film, nato in origine per celebrare il 50° anniversario di Star Trek – La serie classica, dopo la scomparsa di Leonard Nimoy, nel febbraio 2015, è diventato il racconto dell’esperienza personale del figlio e regista Adam Nimoy e dei suoi rapporti con Leonard e Spock. Il film è impreziosito da materiali inediti e interviste con amici, familiari e colleghi, tra cui William Shatner, il cast della serie originale, Zachary Quinto, il nuovo equipaggio dell’astronave Enterprise e il regista J. J. Abrams.

For the Love of Spock è l’omaggio che Trieste Science+Fiction Festival ha voluto dedicare ad una delle serie televisive più importanti di sempre e a Spock, la sua inconfondibile icona pop, raccontati da una prospettiva privilegiata.

 “Nell’ottobre del 2014 – racconta Adam Nimoy – parlai a mio padre della possibilità di collaborare a un documentario su Mr. Spock. Il 50° anniversario di “Star Trek – La serie classica” era dietro l’angolo e pensavo che fare un film su Spock sarebbe stato un bel modo per festeggiarlo. Il giorno del Ringraziamento mio padre mi ricordò che erano passati 50 anni da quando avevano girato “The Cage”, l’episodio pilota della serie prodotta nel 1964. Cinquant’anni da quando lui aveva indossato quelle orecchie. Mezzo secolo di Spock! La morte di mio padre, nel febbraio del 2015, suscitò un’enorme ondata di emozioni: non solo per la perdita di Mr. Spock, ma anche per quella di Leonard Nimoy, artista sopraffino e filantropo. Quando ho deciso di continuare il film, ho deciso che avrei dovuto aggiungere anche la vita e l’eredità di Leonard Nimoy. Inoltrandomi sempre più nel progetto, ho iniziato a capire quanto la mia vita fosse intrecciata con la carriera di mio padre.”

Ad accompagnare Adam Nimoy a Trieste martedì 1 novembre ci sarà Theresa Lee Farrell Grussendorf, in arte Terry Farrell, l’attrice che ha impersonato Jadzia Dax nelle prime sei stagioni di Star Trek: Deep Space Nine. Nel 1992 Terry Farrell ha recitato nel cult horror Hellraiser III – Inferno sulla città. La Farrell, amatissima dai fan di Star Trek, ha anche dato la voce a Jadzia Dax nei videogiochi di “Star Trek: Deep Space Nine – Harbinger” e “Star Trek: Deep Space Nine – The Fallen”.

La prima edizione del Trieste Science+Fiction Festival si svolgerà dal 1° al 6 novembre ed è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBACT – Direzione Generale Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA – LaREA.

La sede principale del Trieste Science+Fiction Festival è la Sala Tripcovich, grazie alla collaborazione della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi. Il palazzo della Casa del Cinema, sede delle principali associazioni di cultura cinematografica, sarà il quartier generale e, con la collaborazione del Teatro Miela, ospiterà le sezioni collaterali della manifestazione. Altre iniziative e programmi speciali si terranno nella sala d’essai del Cinema Ariston e al Magazzino delle idee.