Una triste notizia è apparsa nel tardo pomeriggio di oggi, gettando nello sconforto gli amanti del buon vecchio cinema hollywoodiano degli anni sessanta e settanta: è morto Arthur Hiller, storico regista di film come Love Story e L’Uomo della Mancha.

L’artista è morto alla tenera età di 92 anni per cause naturali.

Arthur Hiller inizia la sua carriera con radio e televisione, in quest’ultimo settore si fa apprezzare per aver portato in tv alcuni episodi di storiche serie tv come Perry Mason e Alfred Hitchcock presenta, il passaggio al mondo del cinema però arriva subito dopo aver sfiorato l’Emmy per il pilot di La Famiglia Addams.

Il primo grande successo al cinema è arrivato con il leggendario cult Love Story, film capace di agguantare ben 7 nominations agli Oscar e 659 milioni di dollari al Box Office Worldwide; Hiller porta in sala anche l’osannato L’Uomo della Mancha, lavorando con la nostra Sophia Loren. Nel 1997 dirige sotto uno pseudonimo Hollywood Brucia con un cast da paura formato da Sylvester Stallone, Woopy Goldberg, Robert Shapiro, Shane Black, Jackie Chan e Billy Bob Thornton.

Nella sua grande carriera ha anche avuto l’onore di presiedere più volte l’Academy dal 1933 al 1997, così come la Directors Guild of America.