Da sconosciuta, in un batter d’occhio la ventiquattrenne Daisy Ridley si è ritrovata catapultata nello star system grazie al ruolo da protagonista in Star Wars: Il Risveglio della Forza. Tutto ciò le ha dato fama mondiale, ma anche qualche grattacapo. L’attrice, infatti, si è vista costretta a cancellare l’account Instagram dopo aver ricevuto una pioggia di insulti. Ecco il perché.

Durante i Teen Choice Awards, la Ridley ha espresso vicinanza alle vittime di violenza delle armi. In men che non si dica, si è vista piovere addosso accuse di ipocrisia da parte degli internauti che l’hanno accusata di parlare di violenza dell’uso delle armi mentre si arricchisce con i film o mentre, proprio in questi film, fa uso di armi.

L’attrice non ha potuto fare altro che cancellare l’account (la pagina di facebook, tuttavia, è ancora attiva) mentre persino il suo collega e amico John Boyega è stato tempestato di messaggi per convincerla a riaprire l’account di Instagram. Boyega ha così risposto ai messaggi: “Non posso farlo. Ha preso la sua decisione e da amico la rispetto. Ha fatto quello che è meglio per lei“.

Troppo spesso i social network vengono usati per sfogare la propria rabbia nei confronti di qualcuno, soprattutto se questo qualcuno è famoso. Ma paragonare le armi vere con delle spade laser o pistole visivamente fantascientifiche sembra francamente eccessivo