[36TFF] Recensione di So Dove Vado, di Michael Powell ed Emeric Pressburger

so dove vado recensione

Il Torino Film Festival ha presentato la filmografia integrale di Michael Powell ed Emeric Pressburger. Tra i tanti film, abbiamo visto So dove vado, il cui titolo originale è I know where I'm going!

In viaggio per raggiungere un’isola dove sposerà (per interesse) un uomo ricchissimo, una ragazza resta bloccata da una tempesta sulle coste della Scozia. E qui comincia a essere attratta dal giovane signorotto locale. 

In un bianco e nero molto suggestivo Powell e Pressburger ci regalano una storia d'amore molto moderna e divertente. I protagonisti Wendy Hiller e Roger Livesey funzionano molto bene e i loro battibecchi sono veramente divertenti.

La pellicola pesca a piene mani nell'immaginario irlandese, con i castelli maledetti, il mare potente e pericoloso, gli scenari mozzafiato e la natura crudele e ingestibile. 

E' molto intrigante il personaggio di Catriona, interpretato da Pamela Brown, che interpreta una donna forte e moderna, molto diversa dalla tipologia tipica degli anni '40. Roger Livesey è veramente unico, con una recitazione molto spigliata e quella voce così intensa.

Come tutti i loro film, So dove vado si distingue per numerose scelte di regia moderne e originali e gli effetti speciali non sono da meno, vedi la lunga scena con la barca nel mare in burrasca.

So dove vado è un gran bel film del cinema che fu, una piccola perla nella bellissima filmografia di Powell e Pressburger che merita più di una visione.


Lascia un Commento...