Durante l'edizione 35 del Torino Film Festival, abbiamo visto il film Kuso, diretto da Flying Lotus, questa è la nostra recensione.

Il film era inserito nella sezione After Hours ed è passato anche al Sundance Film Festival.

Flying Lotus, musicista e rapper californiano, debutta con un film che non mancherà di far scalpore. In una Los Angeles post-Big One, seguiamo le vite parallele di alcuni sopravvissuti, tra insetti giganteschi e da incubo, decomposizioni organiche, ossessioni scatologiche, mutilazioni genitali.

Di fatto, quindi, non vi è una trama vera e propria da seguire, ma una serie di siparietti a cui fa da cappello il terremoto che ha colpito Los Angeles. Il film è un arazzo visivamente straordinario, vengono praticamente toccati tutti gli elementi che possono creare una pellicola, dalle riprese dal vero al cartone animato, dalla stop-motion alla CGI, fino allo stile videogames ma le qualità terminano qui.

Il film è anche un vero e proprio pugno nello stomaco, letterale, degli spettatori. Urine, feci, pus, deformità, cannibalismo, mutilazioni, malattie, vermi a quintali, vomito, tutto quello che vi può fare ribrezzo o che vi allontana è presente nell'opera di Flying Lotus. Il senso finale del film mi è oscuro, credo sia stato un tentativo di trovare il bello o l'Arte nel marciume e nel viscido.

O semplicemente un mero tentativo di creare scalpore e vedere quanto siamo diventati insensibili a ciò che vediamo in tv o al cinema. In ogni caso vi posso dire che, per chi scrive, vedere il film è stata una vera e inutile sofferenza e non nego di essere uscito dalla sala a mezz'ora dalla fine del film.

Kuso è inutilmente provocatorio e, personalmente, non ho trovato un singolo minuto della pellicola che potesse essere salvabile o minimamente interessante. Inoltre, mi sembra un insulto verso le persone che escono da casa, prendono l'auto, pagano il biglietto del cinema per vedere una porcata del genere.

Ecco il trailer.

Kuso
Overall
1
  • Marco Nuzzo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.